EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Battaglie per Adviivka e per il fiume Dnipro. Ma l'artiglieria per l'Ucraina ora finisce in Israele

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sembra preoccupato.
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sembra preoccupato. Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Efrem Lukatsky/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Cristiano TassinariEuronews World
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo 633 giorni, due punti caldi della guerra in Ucraina sono la battaglia per Avdiivka, nella regione di Donetsk, e le operazioni ucraine sulla riva sinistra (occupata dai russi) del fiume Dnipro, nella regione di Kherson

PUBBLICITÀ

La difesa aerea ucraina ha abbattuto 29 dei 38 droni Shahed di fabbricazione iraniana lanciati dai russi nella notte: ne dà notizia l'Aeronautica di Kiev. 
L'attacco sferrato contro diverse regioni ucraine è durato dalle 20 di venerdì sera alle 4 di sabato mattina, 18 novembre. 

Dopo 633 giorni, due punti caldi della guerra in Ucraina sono la battaglia per Avdiivka, nella regione di Donetsk, e le operazioni ucraine sulla riva sinistra (occupata dai russi) del fiume Dnipro, nella regione di Kherson.

Entrambe le parti affermano di infliggersi pesanti perdite a vicenda.
La parte ucraina definisce “catastrofiche” le perdite dell’esercito russo, che sta pagando un prezzo enorme per circondare lentamente Adviivka.

Mosca, a sua volta, sostiene che gli ucraini hanno perso "più di 460 militari, uccisi e feriti, due carri armati e 17 veicoli" durante i tentativi di attraversare il fiume Dnipro.

In occasione della Giornata degli Studenti,a Kiev ha riaperto l'Università di Mariupol. (17.11.2023)
In occasione della Giornata degli Studenti,a Kiev ha riaperto l'Università di Mariupol. (17.11.2023)Telegram/Volodymyr Zelensky

Ucraina: le armi promesse ora vanno ad Israele

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che chiede ancora armi, ha detto che Stati Uniti e Ucraina terranno una Conferenza sull'industria militare a Washington, il 6 e 7 dicembre.

Zelensky ospite all'Università di Mariupol, ora riaperta a Kiev. (17.11.2023)
Zelensky ospite all'Università di Mariupol, ora riaperta a Kiev. (17.11.2023)Telegram/Volodymyr Zelensky

L'Ucraina sta intensificando gli sforzi per produrre le proprie armi, per la preoccupazione che le che le forniture dall'Occidente possano ridursi, e cerca joint venture con produttori internazionali di armamenti.

Ad esempio, i media riferiscono che la fornitura di proiettili di artiglieria dell'Ucraina è diminuita significativamente dall'inizio della guerra nella Striscia di Gaza, poiché le riserve statunitensi di proiettili per obici da 155 mm vengono ora dirottate verso Israele. 

L'Ucraina ha già creato una joint venture con la tedesca Rheinmetall per la manutenzione e la riparazione di armi occidentali.

Nella giornata odierna, 18 novembre, Zelensky - nel suo quotidiano messaggio - ha ricordato che è il Giorno dei sergenti e dei caposquadra delle forze armate ucraine. 

L'Ucraina ha ancora bisogno di armi.
L'Ucraina ha ancora bisogno di armi.Twitter/Volodymyr Zelensky
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Onu: "10 mila morti civili in Ucraina". Zelensky: "Vogliamo entrare nell'Ue"

Non solo bombe, la russificazione ucraina passa anche attraverso i libri di scuola

Attacco di droni ucraino a un deposito di munizioni russo, persone cosrette a evacuare