I difficili rapporti dell'Europa con il resto del mondo

I leader dei Paesi Ue insieme alla presidente del Parlamento comunitario Roberta Metsola e a quella della Commissione europea Ursula von der Leyen
I leader dei Paesi Ue insieme alla presidente del Parlamento comunitario Roberta Metsola e a quella della Commissione europea Ursula von der Leyen Diritti d'autore Omar Havana/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Isabel Marques da Silva
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Bruxelles i leader dell'Ue chiedono corridoi e pause umanitarie per Gaza, mentre al forum Global Gateway organizzato dalla Commissione europea si intessono partnership con i Paesi africani e asiatici

PUBBLICITÀ

È stata una settimana intensa nella capitale belga, dove sono arrivati non solo i capi di Stato e di governo dell'Unione europea per il Consiglio europeo di ottobre, ma anche oltre 40 leader e ministri di Paesi africani e asiatici.

L'obiettivo del forum sul Global Gateway, piano da  300 miliardi di euro per sostenere progetti di estrazione mineraria, energia pulita e vie di comunicazione, è incrementare il commercio e gli investimenti dell'Ue in tutto il mondo, fornendo un'alternativa al programma globale di investimenti cinese "Belt and Road Initiative", la cosiddetta Via della Seta.

Resta da vedere se i Paesi del cosiddetto Sud globale preferiranno la partnership con Bruxelles a quella con Pechino. A questo proposito, nell'approfondimento settimanale "Stato dell'Unione", Isabel Marques da Silva intervista Sheikh Hasina, primo ministro del Bangladesh.

Intanto i colloqui fra i 27 capi di Stato e di governo europei hanno prodotto la richiesta di pause e corridoi umanitari per la striscia di Gaza: un'intesa raggiunta dopo un intenso pomeriggio di negoziati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Consiglio europeo di guerra, tra Ucraina e Medio Oriente

Gli accordi dell'Ue con il Sud globale per contrastare la Cina

Cosa sono gli Ngt e perché stanno suscitando tante polemiche nell'Ue