Slovenia, controlli al confine con Croazia e Ungheria. Ci sono problemi di sicurezza

Controlli alle frontiere
Controlli alle frontiere Diritti d'autore Gyorgy Varga/MTI via AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La misura temporanea è stata introdotta dalla Slovenia principalmente per prevenire il terrorismo e la criminalità organizzata

PUBBLICITÀ

Il governo sloveno ha introdotto controlli alle frontiere con la Croazia e l'Ungheria, per problemi di sicurezza legate alle violenze in Medio Oriente. La misura temporanea è stata introdotta dalla Slovenia principalmente per prevenire il terrorismo e la criminalità organizzata.

L'ingresso dall'Ungheria per i cittadini dell'Unione europea è possibile da sette valichi di frontiera, mentre i viaggiatori provenienti da paesi terzi possono entrare in Slovenia da due valichi di frontiera.

Viljem Toškan, capo del dipartimento per i confini statali e gli stranieri presso la polizia di Capodistria: "Il controllo di frontiera a questi valichi  viene effettuato in modo mirato, il che significa che mira a individuare persone che rappresenterebbero un pericolo per l'ordine pubblico e potrebbero compiere atti terroristici e minacce alla Repubblica di Slovenia."

Alle frontiere con la Slovenia si sono formate subito lunghe code di auto ma la polizia ha garantito che, essendo il controllo mirato, non dovrebbero esserci problemi di attesa troppo lunghi,

La mossa è arrivata dopo che l’Italia ha annunciato controlli al confine con la Slovenia a causa delle attuali minacce alla sicurezza in Europa e della crisi in Medio Oriente.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Un evento insolito in Croazia: campionato mondiale della raccolta di olive, vince la squadra di casa

Slovenia: cinque persone intrappolate nella grotta Krizna Jama

Slovenia, l'immigrazione al centro del dibattito politico. L'ex primo ministro a Euronews Serbia