EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Occhiuto, 'non punto a ruoli nazionali Fi, penso alla Calabria'

'Regione perde una risorsa, i laureati. Non spostare fondi Pnrr'
'Regione perde una risorsa, i laureati. Non spostare fondi Pnrr'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CATANZARO, 11 OTT - "Non aspiro" a ruoli nazionali in Forza Italia: "ho fatto una scelta di vita, sono un dirigente nazionale di Fi e sono concentrato a governare questa bellissima regione e questo è il mio obiettivo primario. Poi darò anche una mano ad Antonio Tajani nel rilancio del partito. Non sono alla ricerca di ruoli: Tajani sta gestendo in modo ineccepibile Fi. Poi cercherò di essere il primo presidente della Calabria che potrebbe candidarsi a ripetersi, perché non è mai successo prima. Ma questo si vedrà fra 3 anni". Lo ha detto il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, in un forum all'ANSA. Parlando della condizione della Calabria, Occhiuto ha rilevato che "le previsioni del Pil sono dati economici macroeconomici molto contrastanti: c'è una ripresa delle esportazioni che riguarda molte Regioni e la Calabria in maniera significativa. Ci sono dati migliori del Pil rispetto al passato. Certo è che la Calabria si impoverisce ogni anno della sua risorsa migliore perché il Pil lo costruiscono quelli che lavorano, molti laureati vanno fuori ed è un costante impoverimento della regione". "Creare condizioni di sviluppo - ha aggiunto - vuol dire creare opportunità per i giovani, dare loro la possibilità di scegliere di poter andare fuori o rimanere. Per tanti anni ed anche oggi questa scelta non ce l'hanno. Per questo è importante intervenire sui livelli essenziali, sui servizi, sulla sanità, io sto cercando di farlo. Ma anche fare un piano di attuazione degli investimenti che possa attrarre imprese, multinazionali che possano determinare sviluppo in una regione che è complessa". Infine, riguardo all'attuazione del Pnrr, il governatore della Calabria ha sottolineato che "la maggior parte di attività riguardano i Comuni e ci sono migliaia di stazioni appaltanti e amministrazioni in stato di dissesto ed è quindi difficile che possano conseguire risultati. Ha fatto bene il governo a porsi il problema di rimodulare il piano ma non deve determinare uno spostamento di risorse da Sud a Nord. La mia idea è che laddove i Comuni non riescano a realizzare i progetti, le risorse rimangano sullo stesso territorio. Noi in Calabria, a esempio, stiamo rifacendo i tre aeroporti ed investendo su idrico e rifiuti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 15 luglio - Serale

Attentato a Donald Trump, le teorie cospirative e le fake news da milioni di visualizzazioni

La Nato inaugura il centro di comando per il supporto all'Ucraina in Germania