EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Vertice Russia-Talebani: a Kazan si discute di terrorismo e droga

Talebani alla conferenza di pace di Mosca, nel marzo 2021. Pochi mesi prima del ritorno al potere in Afghanistan.
Talebani alla conferenza di pace di Mosca, nel marzo 2021. Pochi mesi prima del ritorno al potere in Afghanistan. Diritti d'autore Alexander Zemlianichenko/Copyright 2021 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Alexander Zemlianichenko/Copyright 2021 The AP. All rights reserved
Di Euronews World - Edizione italiana: Cristiano Tassinari Agenzie:  MNA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Al "Moskow Format" parteciperanno anche Cina, Iran, Pakistan e Uzbekistan. Per la Russia sarà presente il ministro degli Esteri Lavrov. Ma tra i Talebani non ci sarà Hibatullah Akhundzada, emiro e leader supremo dell'Afghanistan

PUBBLICITÀ

Venerdì 29 settembre la Russia ospiterà colloqui con i Talebani per discutere di questioni relative al narcotraffico e alla lotta al terrorismo.

Cina, Pakistan, Uzbekistan e Iran sono tra le potenze regionali presenti all'incontro in programma a Kazan, nel sud-ovest della Russia.

Si tratta della quinta edizione di questi incontri, il "Moskow Format Consultations on Afghanistan", che si sono svolti per la prima volta nel 2017.
Questa volta la lotta al terrorismo è in cima all'agenda.

Per la Russia parteciperà l'inviato speciale russo per l’Afghanistan, Zamir Kabulov, e dovrebbe essere presente anche il ministro degli Esteri, Serghei Lavrov

A guidare la delegazione dei Talebani sarà Amir Khan Muttaqi, il ministro degli Esteri ad interim.

Hassan Kazemi Qomi, l'inviato speciale del presidente iraniano per l'Afghanistan, che è anche l'Ambasciatore iraniano a Kabul, rappresenta l'Iran all'incontro di Kazan.

Spiega il politologo David Loyn, ricercatore del King's College di Londra:
“La principale sfida di politica estera nella regione è fermare il terrorismo transfrontaliero. E tutte le indicazioni sono che i Talebani non hanno assolutamente fermato i gruppi ribelli, che potrebbero voler attraversare il fiume ed entrare in Asia centrale”.

Euronews
Il politologo David Loyn durante l'intervista.Euronews

Lotta alla droga, senza successo

Da quando sono tornati al potere nell’agosto del 2021, dopo la "fuga" degli americani, i Talebani hanno cercato di reprimere il crescente traffico di droga in Afghanistan, ma con scarso successo. 
La Russia rimane una delle principali destinazioni degli stupefacenti afghani, soprattutto l'eroina.

Spiega l'analista Anatol Lieven, Direttore del Quincy Institute per l'Eurasia: 
“Penso che la Russia vorrebbe semplicemente chiedere ai Talebani di sopprimere il traffico di eroina e, in cambio, aiutarli a reprimere la ribellione dell'Isis in Afghanistan. Ma, ovviamente, oggi la Russia non è finanziariamente nella posizione di farlo”.

Euronews
L'analista Anatol Lieven durante l'intervista.Euronews

Nuova sfera d'influenza russa?

"Penso che quello che i russi stanno cercando di fare con i Talebani, in questo momento, abbia un senso geopolitico più ampio: voler cercare una nuova sfera d'influenza in luoghi in cui l'America è vista come molto debole", aggiunge David Loyn. 
"Il ritiro dell’amministrazione-Biden ha rappresentato davvero una battuta d’arresto significativa per la politica americana nella regione e il tentativo della Russia di colmare il vuoto è ragionevole da un punto di vista geopolitico”.

"Ma non c'è il leader spiritualeHibatullah Akhundzada**"**

Tuttavia, c’è ancora scetticismo sulla possibilità che si possano creare legami forti tra Mosca e i Talebani.

David Loyn esprime dubbi sull'utilità dei colloqui di venerdì a Kazan. 
“Il vero pensiero dei Talebani si esterna a Kandahar, nel sud, sotto la guida dell'alto Hibatullah Akhundzada, il leader supremo dei Talebani. Il quale non è coinvolto in questi colloqui e neppure i suoi consiglieri ideologici: sono quelli che insistono affinché le scuole femminili rimangano chiuse e che quasi tutte le opportunità di lavoro siano interdette alle donne".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Falsi allarmi bomba in Europa: evacuati numerosi aeroporti francesi

Terremoto in Afghanistan, quasi 2500 le vittime. Si scava ancora sotto le macerie

Pakistan: due attentati a Hangu e Mastung, una bomba uccide decine di persone vicino a una moschea