EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Corsica, Emmanuel Macron propone un'autonomia limitata

French President Emmanuel Macron walks with leader of the French communist party Fabien Roussel, right, and Isaline Amalric, center.
French President Emmanuel Macron walks with leader of the French communist party Fabien Roussel, right, and Isaline Amalric, center. Diritti d'autore Pascal Pochard-Casabianca/AP
Diritti d'autore Pascal Pochard-Casabianca/AP
Di Euronews Digital
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In visita sul territorio isolano, che fa parte della Francia dal XVIII secolo, Macron ha fornito pochi dettagli

PUBBLICITÀ

Emmanuel Macron propone una forma limitata di autonomia per la Corsica.

In visita sul territorio isolano, il presidente ha fornito pochi dettagli, ma ha parlato di cambiare la Costituzione per ribadire l’identità corsa.

"Abbiamo l'audacia di costruire l'autonomia della Corsica, all'interno della Repubblica - dice Macron - questa autonomia deve essere il mezzo per costruire insieme il futuro, senza disimpegno dallo Stato.

Non sarà autonomia contro lo Stato, né autonomia senza Stato, ma autonomia per la Corsica, all'interno della Repubblica".

Il suo discorso è stato accolto con relativo favore dall'assemblea dell'isola.

"Soddisfatto - dice Jean-Christophe Angelini, leader del partito autonomista - perché sentire parlare del futuro di una comunità unica, dell'inserimento della nostra Isola nella Costituzione, sentire parlare di potenti risorse per la lingua e del territorio, sono motivi di interesse e di soddisfazione piuttosto forti.

Allo stesso tempo, siamo cauti perché sappiamo tutti che questo non è sufficiente in questa fase per garantire una soluzione politica e che abbiamo ancora molto lavoro da fare nei prossimi mesi".

Macron ha proposto un termine di sei mesi affinché il governo francese e i partiti locali concordino un testo per le proposte di autonomia.

Qualsiasi modifica alla Costituzione richiederebbe l’approvazione del parlamento francese.

Precedenti letali

L’isola ospita più di 340.000 persone e fa parte della Francia dal 1768: tuttavia, la Corsica è stata anche teatro di violenze indipendentiste e di un influente movimento nazionalista.
Nel 1998, si materializzò un omicidio che sbalordì il Paese: gli attivisti indipendentisti, infatti, uccisero a colpi di arma da fuoco l’alto funzionario francese presente sull’isola, Claude Érignac.

Altre violenze sono state per lo più minori, spesso coinvolgendo bombe piazzate in auto o in edifici durante la notte, quando non c'era nessuno all'interno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Da Macron a Steinmeier, i leader europei presenti ai funerali di Giorgio Napolitano

Corsica, corteo indipendentisti: canti la Marsigliese? Una provocazione

Olimpiadi di Parigi 2024, città blindata e controlli a tappeto: in 4mila interdetti dall'evento