EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Grecia, in piazza contro la nuova carta d'identità. Per i manifestanti contiene un chip sospetto

Proteste in Grecia
Proteste in Grecia Diritti d'autore frame
Diritti d'autore frame
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

“La libertà richiede virtù e coraggio". Con questo slogan oltre 3.000 persone hanno sfilato per le strade di Salonicco, nel nord della Grecia

PUBBLICITÀ

“La libertà richiede virtù e coraggio". Con questo slogan oltre 3.000 persone hanno sfilato per le strade di Salonicco, nel nord della Grecia, in segno di protesta contro le nuove carte d'identità che saranno rilasciate dal 25 settembre.

La manifestazione è stata organizzata con un passaparola sui social. Bandiere greche, inno nazionale e cartelli contro i nuovi documenti che secondo i partecipanti contengono un "chip" di geolocalizzazione che viola i dati personali. Alla marcia erano presenti anche diversi sacerdoti.

“Diventeremo una società orwelliana. Ci sarà un grande, gigantesco file digitale, con i dati personali, la nostra vita privata, la nostra cartella clinica, la nostra vita lavorativa, tutto. Questo per me è inaccettabile", ha sottolineato padre Anastasios Theodoridis.

“Conterrà il numero di iscrizione alla previdenza sociale, la partita IVA. E non è finita qui. Il governo potrà aggiungere, per esigenze di governance digitale, quello che vorrà. Ma non potremo leggerli, come nella carta d'identità che abbiamo", dice un manifestante. 

"La carta d'identità è un timbro. Siamo contrari al suggellamento dell'anticristo. Siamo contro il sistema dell'anticristo, contro le misure dell'anticristo", fa notare Padre Fotios. “Stanno cercando di imporre attraverso l’identità digitale biometrica la schiavitù assoluta della specie umana e il controllo assoluto. Ecco perché siamo qui oggi.”

In realtà le nuove carte d'identità greche conterranno le solite informazioni come nome, cognome, indirizzo e altezza. Le informazioni sul gruppo sanguigno saranno facoltative.

La scorse settimana, durante una riunione di gabinetto, il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha dichiarato, che questi nuovi documenti fanno parte di un sistema di identificazione comune europeo che diventerà obbligatorio.

"Non parlerò qui nel dettaglio delle fake news che alcune persone astute mettono in circolazione. Ritengo che costituiscano una piccolissima minoranza della società greca. Le carte d'identità non contengono chip, né telecamere, né microfoni, o altre cose del genere. I cittadini non diventeranno vittime di nessun sistema", ha sottolineato il premier greco. 

Intanto l'arcivescovo ortodosso Ieronymos ha fatto sapere che il Santo Sinodo della Chiesa rilascerà tra pochi giorni una dichiarazione sulle nuove carte d'identità invitando a usare prudenza e giudizio. Un'altra protesta è prevista per il prossimo fine settimana ad Atene.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Grecia, la Corte di Atene rivede assoluzioni per l'incendio di Mati: nuovo processo per 20 imputati

Clima, Grecia: sembra di stare su Marte, è Atene

Grecia: fine del monopolio statale sull'istruzione universitaria, scoppia la protesta