EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Il maltempo causa il crollo parziale di una diga nel sud della Norvegia

Image
Image Diritti d'autore Cornelius Poppe/Stian Lysberg Solum / NTB
Diritti d'autore Cornelius Poppe/Stian Lysberg Solum / NTB
Di euronews e ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo giorni di piogge incessanti, causati dalla tempesta Hans, la diga di Braskereidfoss ha parzialmente ceduto sotto il peso dell'acqua accumulatasi nel fiume Glomma. Gravi danni alla centrale idroelettrica.

PUBBLICITÀ

Una diga nel sud della Novergia si è parzialmente rotta a causa dell'eccesso d'acqua nel fiume Glomma, provocato dalle intense piogge degli ultimi giorni legate alla tempesta Hans. Situato nel comune di Valer, a circa 130 km a nord di Oslo, l'impianto è connesso alla centrale idroelettrica di Breskereidfoss, che ha subito gravi danni, ma era già fuori servizio. 

Oltre alla polizia e ai vigili del fuoco, sul luogo sono giunti personale dell'esercito e artificieri, mentre si sta valutando l'opzione di far esplodere la diga. "Stiamo lavorando per ristabilire il controllo della situazione": ha dichiarato il responsabile della centrale elettrica, Vegard K. Andersen, che ha inoltre evidenziato come la centrale sia "completamente fuori uso". 

Disastro annunciato

In realtà, le autorità norvegesi avevano già preso in considerazione l'idea di far saltare una parte della diga per far defluire l'acqua che si stava accumulando ed evitare che la costruzione si rompesse. 

Teoricamente in caso di eccesso d’acqua le paratoie della diga avrebbero dovuto aprirsi automaticamente per lasciarne defluire una parte, ma qualcosa non aveva funzionato nel meccanismo. 

Per questo si stava pensando di far esplodere una sezione della diga, ma poi le autorità hanno ritenuto fosse troppo rischioso. 

Sotto i colpi di "Hans"

Nei dintorni della diga abitano almeno mille persone, ma fortunatamente avevano già lasciato le proprie case nei giorni scorsi a causa della tempesta che si sta abbattendo sul sud della Norvegia, creando diversi disagi. 

Diversi fiumi sono esondati, sommergendo case, esercizi commerciali e aziende. Strade e linee ferroviarie sono interrotte da lunedì e migliaia di persone sono state fatte evacuare. 

Un ponte ferroviario tra Oslo e Trondheim, la terza città più grande della Norvegia, è crollato, ma non ci sono stati danni ai treni perché la circolazione ferroviaria era già stata interrotta.

In vari comuni rimane l'allerta meteo, dal livello giallo al rosso. In Norvegia le alluvioni in corso sono state definite le peggiori degli ultimi cinquant’anni. La tempesta Hans sta colpendo anche il sud della Svezia. Nella regione attorno a Göteborg, nel sud-ovest del Paese, le inondazioni stanno provocando interruzioni su diverse linee ferroviarie e problemi alla viabilità autostradale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tsunami di fango a Bardonecchia

Londra, la resistenza della barriera del Tamigi messa a dura prova dal cambiamento climatico

Norvegia, Svizzera e Regno Unito impreparati ad affrontare il caldo