EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La Grecia "in guerra" contro gli incendi. Evacuate persone da Eubea e Corfù

Rodi
Rodi Diritti d'autore Petros Giannakouris/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Petros Giannakouris/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In Grecia l'allerta rimane elevata a causa degli incendi, che non accennano a migliorare per via dei forti venti e dall'ondata di calore che continuerà anche nei prossimi giorni

PUBBLICITÀ

Il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha detto che il suo Paese è in guerra contro le fiamme, mentre gli incendi hanno costretto all'evacuazione migliaia di persone dall'isola di Rodi. Ma gli incendi imperversavano in tutto il Paese, alimentati da forti venti e ondate di calore.

L'Unione europea ha promesso di inviare aiuti alla Grecia. Nei giorni scorsi Francia e Italia hanno inviato quattro Canadair, mentre il corpo dei vigili del fuoco rumeno ha inviato pompieri per assistere le operazioni sul campo.

Il Primo ministro ha riferito in parlamento sulla situazione e ha dichiarato che anche nei prossimi giorni l'allerta deve rimanere massima. 

"Abbiamo sicuramente ancora tre giorni difficili davanti a noi. Stimiamo che ci sarà un'attenuazione dell'ondata di calore, ma è certo che nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, dovremo rimanere tutti in costante allerta..... Al momento siamo in guerra, completamente concentrati sull'incendio".

Le fiamme nel mar Egeo

Le immagini satellitari dell'isola di Rodi, dove circa 30.000 persone sono fuggite dagli incendi nel fine settimana, mostrano i danni provocati dal fuoco. Molti turisti stanno ancora cercando di tornare a casa con i voli d'emergenza. Mentre i lavoratori stagionali temono di rimanere senza lavoro.

Oltre a Rodi, bruciano Corfù ed Eubea. I vigili del fuoco stanno cercando di tenere le fiamme sotto controllo, ma sono state già organizzate evacuazioni parziali.

L'ondata di calore è destinata a continuare per almeno alcuni giorni in tutta l'Europa meridionale e orientale. I governi hanno messo in guardia i vacanzieri, e raccomandano di evitare le aree in cui il rischio incendi è più alto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Italia flagellata da grandinate e incendi: cinque regioni in stato di emergenza

Precipita un Canadair greco in azione antincendio

Grecia, ancora dispersi sotto le macerie del ponte. Le operazioni di soccorso continuano