EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Il Karlovy Vary Film Festival chiude i battenti con un premio alla carriera per Robin Wright

Robin Wright riceve il President's Award al Karlovy Vary Film Festival
Robin Wright riceve il President's Award al Karlovy Vary Film Festival Diritti d'autore Slavomir Kubes/AP
Diritti d'autore Slavomir Kubes/AP
Di Jiri Skacel
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'attrice americana ha ricevuto il President's Award, mentre si è portato a casa tre premi "Blaga's Lessons" del regista bulgaro Stephan Komandarev

PUBBLICITÀ

Sabato, al termine della 57ª edizione del Festival internazionale del cinema di Karlovy Vary, l'attrice americana Robin Wright ha ricevuto il President's Award, in onore del suo contributo di lunga data al cinema mondiale. "Vorrei ringraziare il Karlovy Vary Film Festival per quest'onore e voglio ringraziare tutti voi e questo incredibile team. È uno dei migliori festival a cui abbia mai partecipato", ha dichiarato dal palco l'attrice della famosissima serie Netflix "House of Cards".

Il Kristal Globus Festival Award è andato al film bulgaro-tedesco Blaga's Lessons, con la sua protagonista, Eli Skorcheva, scelta come migliore attrice.

Blaga, un'ex insegnante 70enne, viene derubata del denaro che stava risparmiando per pagare la tomba del marito. Dimentica i suoi principi morali e affronta la situazione a modo suo.

Il regista Stephan Komandarev critica attraverso la pellicola la situazione sociale della Bulgaria post comunista: "Abbiamo iniziato a girare questo film cinque anni fa, è stato molto difficile e ora chiudiamo il cerchio con la prima mondiale a Karlovy Vary con due premi: miglior attrice protagonista e miglior film. Che altro... siamo davvero molto felici!"

"Empty nets", un film iraniano-tedesco sulla storia d'amore di una giovane coppia appartenente a due classi sociali diverse, ha vinto il premio speciale della giuria. "Sono molto orgoglioso di aver potuto girare questo film in Iran, di aver potuto dare al mondo una finestra sull'Iran e su ciò che riguarda l'Iran dal mio punto di vista", ha detto ai nostri microfoni il regista Behrooz Karamizade.

Il Gran Premio Proxima è andato al film sudcoreano "Birth" di Yoo Ji-young, mentre il premio per il miglior attore protagonista è finito nelle mani del norvegese Herbert Nordrum, per il suo ruolo in "Hypnosen".

Durante il festival sono stati proiettati 185 film, di cui 116 lungometraggi e sono stati venduti 123.517 biglietti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cannes, parte la 77esima edizione del Festival: possibili polemiche su #MeToo, Gaza e Ucraina

Cinema, morto l'attore britannico Bernard Hill

Ungheria: l'ex meccanico diventato artista, dalle auto alle sculture fatte di metallo