EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Danni immani un mese dopo la distruzione la diga di Kakhovka: i residenti si sentono abbandonati

Danni a Kherson un mese dopo la distruzione della diga di Kakhovka
Danni a Kherson un mese dopo la distruzione della diga di Kakhovka Diritti d'autore LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Molti sono fuggiti, ma quelli che sono rimasti si sentono abbandonati. A un mese dallo scoppio della diga di Kakhova i danni a Kherson continuano a essere immani. Intanto la situazione a Zaporizhzhia resta testa

PUBBLICITÀ

È passato un mese da quando vaste aree della regione di Kherson sono state inondate dopo la distruzione della diga di Kakhovka - controllata dai russi - nell'Ucraina meridionale. Il disastro ha costretto migliaia di persone a fuggire e ha scatenato il timore di un'emergenza ambientale.

Gran parte dell'acqua è defluita, ma ha la distruzione resta immane. Molti residenti si sentono abbandonati e sostengono che il l'amministrazione non sia facendo nulla per loro.Nadiya Yefremova, un'ottantaseienne ucraina, ha la desolazione sul suo volto. Ha confessato di non sapere cosa fare. "Il nostro presidente ha detto che l'acqua non arriva più, quindi dobbiamo occuparci noi delle conseguenze. Ci vogliono soldi per questo! Chi lo farà gratis?"

Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Distruzione a Kherson a seguito della distruzione della diga di Kakhovka, giugno 2023Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The AP. All rights reserved

In quella che una volta era una rigogliosa campagna ucraina, ora resta solo un terreno di un marrone scuro fatto di erba morta. Le coltivazioni sono totalmente distrutte e fango è ovunque.

Le Nazioni Unite e i gruppi di soccorso sono presenti nella regione, ma le conseguenze dello scoppio della diga e dell'alluvione si faranno sentire per mesi, se non anni.

Le ultime da Zaporizhzhia

La situazione a Zaporizhzhia rimane tesa. Kiev e Mosca si accusano a vicenda di pianificare un attacco alla centrale nucleare. L'Agenzia internazionale per l'energia atomica, organo di controllo nucleare delle Nazioni Unite, ha chiesto un accesso più ampio dopo che il Presidente Zelensky ha accusato la Russia di aver piazzato degli esplosivi sul tetto dell'impianto.

AP/Planet Labs PBC
Centrale nucleare di ZaporizhzhiaAP/Planet Labs PBC

Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato che il suo esercito ha colpito tre gruppi militari ucraini nei pressi di Bakhmut, ma le notizie che arrivano dai due fronti sono contrastanti, in quanto Kiev sostiene di star ottenendo parziali guadagni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scambio di accuse tra russi e ucraini sulla centrale di Zaporizhzhia

Nessun allarme immediato per la centrale nucleare di Zaporizhzhia

Ucraina: colpita la diga di Kakhovka, paura per la centrale di Zaporizhzhia