EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Migranti: porti lontani, azione legale delle ong contro l'Italia

Sos Humanity, 'questa pratica pone a rischio i sopravvissuti'
Sos Humanity, 'questa pratica pone a rischio i sopravvissuti'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 02 LUG - Un'azione legale contro la strategia messa in atto dal Governo italiano di assegnare alle navi umanitarie porti molto distanti dalla zona dei soccorsi. La annunciano le ong tedesche Sos Humanity, Sea Eye e Mission Lifeline. Alla Humanity 1, nave di Sos Humanity, che ha soccorso 199 migranti in cinque interventi, è stato assegnato il porto di Ortona (Chieti), a 1.300 chilometri di distanza. Il capitano, fa sapere la ong, "ha chiesto invano un porto più vicino per i sopravvissuti gravemente indeboliti, che hanno passato cinque giorni in mare, in parte senza cibo nè acqua. La pratica dell'Italia di assegnare sistematicamente porti distanti pone un evitabile rischio alla loro salute". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele, la Knesset approva una risoluzione che respinge l'istituzione di uno Stato palestinese

Le notizie del giorno | 18 luglio - Serale

Venezuela, attentato contro María Corina Machado, leader dell'opposizione e principale rivale di Maduro