EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Pace e scambi commerciali: una delegazione africana in Ucraina

I delegati africani hanno commemorato le vittime di Bucha
I delegati africani hanno commemorato le vittime di Bucha Diritti d'autore Efrem Lukatsky/AP.
Diritti d'autore Efrem Lukatsky/AP.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Durante la visita di leader e rappresentanti africani la capitale Kiev è stata bombardata

PUBBLICITÀ

Una delegazione di leader e alti funzionari africani è giunta in Ucraina, con un duplice obiettivo. Da un lato, tentare di contribuire alla fine del conflitto che da sedici mesi contrappone Kiev e Mosca, dall'altro trovare soluzioni per assicurare gli scambi commerciali con il continente. Durante la visita, un attacco aereo sulla capitale ucraina ha tuttavia ricordato la dura realtà della guerra. 

Delegati provenienti da Sudafrica, Senegal, Zambia e Isole Comore

La delegazione, che comprendeva i presidenti di Sudafrica, Senegal, Zambia e Isole Comore, si è recata dapprima a Bucha, sobborgo di Kiev che dallo scorso anno è diventato tristemente noto per i cadaveri dei civili trovati dopo il passaggio delle truppe russe, che dapprima avevano marciato per conquistare la capitale, quindi erano tornati sui loro passi. 

I rappresentanti africani hanno deposto candele commemorative in un piccolo memoriale fuori dalla chiesa di Sant'Andrea, vicino a uno dei luoghi in cui è stata rinvenuta una fossa comune. Proprio pochi minuti più tardi, le sirene che avvertono dell'arrivo di raid aerei hanno iniziato a risuonare. Il sindaco Vitali Klitschko ha riferito di un'esplosione nel distretto di Podilskiy, uno dei quartieri più antichi della città. "I missili russi sono un messaggio all'Africa: la Russia vuole più ancora la guerra, non vuole la pace", ha twittato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

L'aeronautica ucraina ha dichiarato di aver abbattuto sei missili da crociera russi Kalibr, altrettanti ipersonici Kinzhal e due droni da ricognizione. Senza però fornire dettagli sui luoghi in cui sono stati intercettati.

Processo di pace ed esportazioni di fertilizzanti e grano al centro dei colloqui

I funzionari che hanno contribuito a gettare le basi per i colloqui della delegazione hanno dichiarato che i leader africani non puntano solo ad avviare un processo di pace, ma anche a valutare come la Russia, che è sottoposta a pesanti sanzioni internazionali, possa essere pagata per le esportazioni di fertilizzanti di cui l'Africa ha disperatamente bisogno. Si prevede inoltre di discutere la questione relativa alla garanzia di maggiori invii di grano dall'Ucraina, nonostante il contesto di guerra.

"Quello alla vita è un diritto universale e noi dobbiamo proteggere le vite, quelle ucraine, quelle russe, quelle di tutto il mondo", ha dichiarato il presidente dello Zambia Hakainde Hichilema all'Associated Press. "L'instabilità è instabilità ovunque".

La proposta di pace africana giunge mentre l'Ucraina lancia una controffensiva per cacciare le forze del Cremlino dalle aree occupate, utilizzando armi avanzate fornite dall'Occidente negli attacchi lungo la linea del fronte di mille chilometri (600 miglia). Analisti e funzionari militari occidentali hanno avvertito che la campagna potrebbe durare a lungo.

Prosegue la controffensiva ucraina, ma anche la Russia attacca

Le truppe ucraine hanno registrato successi lungo tre tratti della linea del fronte nel sud e nell'est del Paese, ha dichiarato venerdì Andriy Kovalev, portavoce dello Stato Maggiore delle forze armate ucraine, in un comunicato. Secondo il quale le forze ucraine sono avanzate a sud della città di Orikhiv nella provincia di Zaporizhzhia, in direzione del villaggio di Robotyne, così come attorno a Levadne e Staromaiorske, al confine tra Zaporizhzhia e la provincia di Donetsk.

Kovalev ha aggiunto che le truppe ucraine sono avanzate anche in alcune aree intorno a Vuhledar, una città mineraria nella regione di Donetsk che è stata il luogo di una delle principali battaglie tra carri armati nella guerra russo-ucraina. Non è stato tuttavia possibile verificare in modo indipendente le affermazioni delle autorità ucraine.

Le forze russe hanno lanciato 54 attacchi in tutta la provincia, utilizzando mortai, artiglieria, lanciarazzi multipli, droni, missili e aerei, ha dichiarato il governatore della regione Olksandr Prokudin.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'economia Ue in avanzo commerciale dopo quasi due anni di deficit

La Nato: "L'Ucraina guadagna terreno, ma ha ancora bisogno di noi"

Ucraina: a Kharkiv morti e feriti, centrale nucleare di Zaporizhzhia rimasta con una linea elettrica