EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Gino Mäder non ce l'ha fatta: caduta fatale al Giro di Svizzera

Quel giorno felice al Giro d'Italia.... Era il 13 maggio 2021.
Quel giorno felice al Giro d'Italia.... Era il 13 maggio 2021. Diritti d'autore Massimo Paolone/LaPresse
Diritti d'autore Massimo Paolone/LaPresse
Di Cristiano TassinariEuronews Sport
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Uno dei corridori di punta della Svizzera, smanioso di fare bella figura proprio a casa sua: una caduta ai 90 km all'ora in discesa lo ha fatto finire in un burrone, causandogli gravi ferite. Gino Mäder aveva 26 anni. Si era messo in luce vincendo la tappa di Ascoli Piceno al Giro d'Italia 2021

PUBBLICITÀ

Gino Mäder non ce l'ha fatta. 

Il ciclista svizzero, 26 anni, è morto venerdì 16 giugno, in seguito alle ferite riportate in una caduta avvenuta giovedì in una tappa del Giro di Svizzera.

Era ricoverato in coma, in gravissime condizioni, all'ospedale di Coira, dove era stato trasportato in elicottero, subito dopo la caduta. Soccorso quando era privo di sensi, era poi stato rianimato, ma le sue condizioni era apparse fin da subito disperate. 

In una dichiarazione, la squadra di Mäder, il Team Bahrain Victorious, ha dichiarato che il corridore è morto nonostante gli sforzi del personale ospedaliero per salvargli la vita.

Gino Mäder è precipitato in un burrone, sbattendo contro le pietre, dopo essere caduto ai 90 km all'ora in una ripida discesa che dalla vetta dell'Albula portava verso la fine della quinta tappa.

KEYSTONE/SWpix/Zac Williams/AP
Il momento dei primi soccorsi. (15.6.2023)KEYSTONE/SWpix/Zac Williams/AP

La sua morte è stata annunciata 30 minuti prima dell'inizio della tappa di venerdì.
Gli organizzatori del Giro di Svizzera hanno comunicato che il gruppo avrebbe corso insieme per gli ultimi 30 chilometri della tappa odierna, "neutralizzata", in omaggio a Gino Mader.

Critiche agli organizzatori

Gli organizzatori del Giro di Svizzera sono stati travolti da una ondata di critiche, soprattutto per la pericolosità della discesa.
Contro di loro si è scagliato anche il campione del mondo, il belga Remco Evenepoel, vittima a sua volta di una terribile caduta al Giro di Lombardia 2020.

Quella vittoria ad Ascoli Piceno...
Buon corridore, fisico longilineo da scalatore (ma anche da ottimo pistard qual era), atleta di sicure prospettive per i prossimi anni di carriera, Gino Mäder - cresciuto nel Velo Club Mendrisio, nel Canton Ticino - era passato professionista nel 2019 con la squadra sudafricana Dimension Data.
Dal 2021 correva per la Bahrain: proprio quell'anno si era messo in luce nel Giro d'Italia, vincendo la sesta tappa, da Grotte di Frasassi ad Ascoli Piceno.  
Era il 13 maggio 2021.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Silvio Berlusconi si è spento al San Raffaele di Milano

È morta Tina Turner. Aveva 83 anni

Calcio ancora in lutto, a 58 anni si è spento Gianluca Vialli