Germania, recessione tecnica per l'economia del paese

Germania
Germania Diritti d'autore Martin Meissner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Martin Meissner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I dati diffusi dall'Ufficio federale di statistica mostrano che il prodotto interno lordo è diminuito dello 0,3% tra gennaio e marzo e un meno 0,2% su base annua

PUBBLICITÀ

L'economia tedesca è tecnicamente in recessione. L’alta inflazione continua a deprimere i consumi in Germania, la prima economia della zona euro. I dati diffusi dall'Ufficio federale di statistica mostrano che il prodotto interno lordo è diminuito dello 0,3% tra gennaio e marzo e un meno 0,2% su base annua.

"Dopo che la crescita del Pil è finita in territorio negativo a fine 2022, ora l'economia della Germania ha registrato due trimestri consecutivi negativi", sottolinea Ruth Brand, presidente dell'agenzia di statistica federale.

Nell'ultimo trimestre del 2022 il Pil della Germania aveva registrato un meno 0,5% dai tre mesi precedenti e un più 0,2% su base annua.

I consumi delle famiglie sono calati nei primi tre mesi dell'1,2%. Colpita la spesa di cibo, abbigliamento e nuove automobili, settore che sconta anche la riduzione degli incentivi per i veicoli elettrici.

È il secondo trimestre di fila in cui l’economia tedesca si contrae. Per gli economisti è una situazione certificata di difficoltà economica di un paese, che non dà alcuna indicazione sulla gravità del rallentamento economico e sulla sua possibile durata.

L’ultima volta che l’economia tedesca è risultata in recessione tecnica era stata durante la pandemia, quando nei primi due trimestri dell’anno il PIL si ridusse a causa delle restrizioni che fermarono totalmente l’attività economica. Da allora l’economia tedesca non è più tornata ai livelli di prima della pandemia.

Da un anno la Germania, come la maggior parte delle economie avanzate, sta facendo i conti con un importante aumento del livello dei prezzi, ossia con l’inflazione: è un fenomeno che sta riducendo gradualmente il potere di acquisto dei consumatori, che infine hanno iniziato a ridurre le loro spese. 

A marzo il livello generale dei prezzi era del 7,4 per cento più alto rispetto al marzo del 2022: il che vuol dire che se un anno prima un bene costava 100 euro, a marzo ne costava 107,4. Prezzi più alti, a parità di redditi, scoraggiano i consumi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania, il leader in Turingia dell'Afd a processo per uno slogan nazista

Germania: arrestate due spie russe, volevano sabotare gli aiuti a Kiev

Germania: trovata bomba della Seconda Guerra Mondiale a Colonia durante dragaggio del Reno