EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Ucraina, smentita la presunta offerta del gruppo Wagner a Kiev

Yevgeny Prigozhin, leader del gruppo Wagner
Yevgeny Prigozhin, leader del gruppo Wagner Diritti d'autore AP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE
Diritti d'autore AP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo l'indiscrezione del Washington Post sui leak del Pentagono, Prigozhin avrebbe fornito coordinate agli ucraini per bombardare le truppe russe

PUBBLICITÀ

In Ucraina pare che la controffensiva passi da Bakhmut. Nella città, ormai ridotta completamente in macerie, con palazzi distrutti e disabitati, Kiev avanza e guadabna terreno. E’ qui che si svolge, forse, quella che viene definita la battaglia cruciale.

Stando al ministero della Difesa russo due alti ufficiali militari russi impegnati in battaglia sarebbero rimasti uccisi a Bakhmut. Si tratterebbe dei i colonnelli Vyacheslav Makarov e Yevgeny Brovko, morti "eroicamente" al fronte, si legge in una nota.

Intanto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov smentisce l’indiscrezione del Washington Post sui leak del Pentagono, secondo cui Yevgeny Prigozhin avrebbe fornito coordinate agli ucraini per bombardare le truppe russe. “Ha tutta l’aria di una bufala” , dichiara Peskov.

Anche il leader del gruppo Wagner ha dichiarato che è una fake news questa ipotesi: “Cercheranno di buttare su di me tanto fango quanto potranno”, ha detto in un video. Secondo quanto rivelato dal WP, alla fine di gennaio il capo del gruppo dei mercenari filo-russi avrebbe offerto all’Ucraina informazioni sul posizionamento delle truppe russe. Prigozhin aveva fatto arrivare la sua proposta tramite i suoi contatti nell’intelligence militare di Kiev. Contatti confermati, aggiunge il quotidiano Usa, da due funzionari ucraini, secondo i quali Prigozhin ha parlato in varie occasioni il servizio di intelligence militare (Hur). 

Sul campo di battaglia proseguono i combattimenti

Il governo ucraino ha dichiarato che le forze di Mosca sta stanno preparando per la difesa di Mariupol e hanno costruito fortificazioni nella città occupata e nei villaggi vicini. Lo denuncia il consigliere del sindaco ucraino di Mariupol, Petro Andryushchenko, pubblicando su Telegram immagini che ritraggono - secondo quanto riferito - le fortificazioni russe.

"Fossati, bunker di cemento con punti di tiro. Tutto è camuffato. Tutte le fortificazioni sono state costruite negli ultimi mesi. Vicino a ogni ponte sui fiumi Kalchik e Kalmius. Per tutta la loro lunghezza a Mariupol e nei villaggi della periferia", ha scritto Andryushchenko. "I russi si stanno preparando. Si stanno preparando a combattere per Mariupol", ha aggiunto, invitando i residenti locali a lasciare la città.

Mosca: abbattuto il primo Storm Shadow in Ucraina

Sul fronte opposto il ministero della Difesa russo ha detto che le forze di Mosca in Ucraina hanno abbattuto il primo missile da crociera Storm Shadow fornito dalla Gran Bretagna a Kiev. Lo riferiscono le agenzie russe.

Nella notte di domenica una nuova ondata di attacchi è stata lanciata in dieci regioni ucraine e sulla capitale, provocando morti e feriti. Due attacchi notturni sono stati sferrati sull'oblast occidentale di Ternopil, dove alcuni magazzini sono stati devastati da un incendio.

I media hanno riferito di esplosioni nella città di Yasinuvata e a Donetsk, dove secondo i filorussi un civile è rimasto ucciso in uno strike dell'esercito ucraino. Secondo Mosca l'Ucraina è diventata "uno Stato sponsor del terrorismo" e "istiga e perpetra gli omicidi di russi", ha accusato il Cremlino. 

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie internazionali

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia: Intenso attacco aereo su Kyiv

Tempesta di missili e droni su Kiev

Guerra in Ucraina: almeno dieci civili morti a Kharkiv, Kiev colpisce raffineria di petrolio russa