EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Sparatoria a Nashville, un video mostra l'intervento della polizia per neutralizzare il killer

Il memoriale per le vittime della sparatoria all'entrata della scuola
Il memoriale per le vittime della sparatoria all'entrata della scuola Diritti d'autore John Amis/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore John Amis/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La polizia ha diffuso le registrazioni delle body cam degli agenti intervenuti nella scuola dove sono stati uccise sei persone, di cui tre bambini

PUBBLICITÀ

Si aggiungono dettagli alla sparatoria che lunedì 27 marzo ha sconvolto gli Stati Uniti ed è costata la vita a tre adulti e tre bambini della Covenant school, una scuola elementare privata e cristiana di Nashville, capitale del Tennesse. 

Il killer che ha attaccato la scuola ed è stato ucciso poco dopo dalla polizia, è stato individuato nella 28enne Audrey Elizabeth Hale che, nonostante mantenesse un nome femminile, era trans e sui social network si identificava come maschio. Hale lavorava come graphic designer e non aveva precedenti penali, ma era in cura per degli "scompensi emotivi". In passato aveva frequentato la scuola dove ha compiuto la strage. 

Come riportato dalla polizia, Hale aveva acquistato sette armi legalmente ma al momento della sparatoria aveva tre armi, una pistola e due fucili automatici. 

Sempre secondo gli inquirenti, Hale aveva con sé un piano dettagliato con i punti d’ingresso della scuola e alcuni fogli con scritta una rivendicazione della sparatoria, di cui per ora non sono stati diffusi i dettagli.

Martedì le forze dell'ordine avevano già diffuso le immagini delle telecamere di videosorveglianza della scuola, che mostrano Hale entrare nell'edificio, sparare alcuni colpi d'arma da fuoco contro la porta d'ingresso a vetri e poi introdursi nell'atrio, dove non c'era alcun addetto alla sicurezza. 

Ora la polizia di Nashville ha reso pubbliche anche le immagini delle bodycam degli agenti intervenuti durante la sparatoria, pochi minuti dopo l'ingresso di Hale nella scuola. 

Nei video si vedono gli agenti cercare il killer da un'aula all'altra, fino ad inviduarlo e neutralizzarlo in un atrio all'ultimo piano dell'edificio. 

Le persone uccise da Hale sono tre bambini di 9 anni (Evelyn Dieckhaus, Hallie Scruggs e William Kinney) e tre adulti: Cynthia Peak, un’insegnante supplente di 61 anni, Katherine Koonce, direttrice della scuola, di 60 anni, e Mike Hill, il custode, di 61 anni.

Don Aaron, portavoce della polizia, ha detto che Hale ha sparato a caso contro le persone che incontrava lungo i corridoi, senza però entrare nelle classi. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Belgrado, 14enne spara nella sua scuola: morti e feriti

Trump inizia campagna presidenziale e attacca a testa bassa gli avversari

Silicon Valley Bank, il piano degli Stati Uniti per evitare il tracollo del sistema