La Turchia dice sì all'ingresso della Finlandia nella Nato

L'ok della Turchia all'adesione della Finlandia alla Nato
L'ok della Turchia all'adesione della Finlandia alla Nato Diritti d'autore Burhan Ozbilici/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Secondo il presidente Erdogan il Paese ha fatto progressi significativi nell'ambito del memorandum firmato con Ankara. La procedura per la Svezia è ancora a un punto morto

PUBBLICITÀ

La Turchia procederà con la ratifica della domanda di adesione alla Nato della Finlandia, aprendo la strada all'ingresso del Paese nel alleanza militare prima della Svezia.

Lo ha annunciato il presidente Recep Tayyip Erdogan dopo aver ricevuto il presidente finlandese Sauli Niinisto che si è recato ad Ankara per i dieci mesi dalla richiesta presentata insieme alla Svezia di adesione alla Nato. "Quando si tratta di rispettare gli impegni assunti nel memorandum d'intesa trilaterale, abbiamo visto che la Finlandia ha compiuto passi autentici e concreti", ha dichiarato Erdogan in una conferenza stampa a margine dell'incontro.

Con l'accordo di Erdogan, la richiesta della Finlandia può ora passare al Parlamento turco, dove il partito del presidente e i suoi alleati hanno la maggioranza. La ratifica è attesa prima che la Turchia tenga le elezioni presidenziali e parlamentari previste per il 14 maggio. La Turchia e l'Ungheria sono gli unici due membri dell'Alleanza che non hanno ratificato l'adesione dei vicini nordici.

Proseguirà ancora lo stallo per la ratifica del trattato di adesione della Svezia, accusata da Ankara di essere troppo morbida nei confronti di gruppi che considera organizzazioni terroristiche, tra i curdi del Pkk.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia: che succede all'accordo con Ue sui migranti dopo le elezioni?

Turchia, incidente in funivia: un morto e sette feriti, passeggeri bloccati per circa un giorno

La Finlandia chiude a tempo indeterminato i valichi di frontiera con la Russia