Palestinese uccide due israeliani, rappresaglia dei coloni israeliani ad Hawara: città devastata

Hawara - 26.2.2023
Hawara - 26.2.2023 Diritti d'autore AHMAD GHARABLI/AFP or licensors
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Una domenica segnata dalla violenza in Cisgiordania; Israele invia numerosi soldati nella Striscia

PUBBLICITÀ

Un morto, trecento feriti, settantacinque case bruciate e più di cento auto date alle fiamme... La furia dei coloni israeliani si è scatenata nella città palestinese di Hawara che ha subito la peggiore esplosione di violenza che abbia colpito la Cisgiordania da decenni. I coloni si sono scatenati dopo che un palestinese ha sparato, uccidendoli, a due fratelli israeliani di 19 e 21 anni a Har Bracha nel nord della Striscia, ieri.

Il governo ha inviato centinaia di soldati per cercare di controllare la situazione. Yoav Galant, il ministro della difesa israeliano ha chiesto a tutti di "riportare la calma. Non è possibile agire di pancia - ha detto - Chiedo a tutti di seguire la legge".

Ma per il leader palestinese Abu Mazen la colpa è proprio del governo istraeliano. Abu Mazen hacondannato "gli atti terroristici compiuti dai coloni, sotto la protezione delle forze di occupazione israeliane, ad Hawara, Burin, Einbus e in altre aree". D'altro se il ministro della difesa insieme al primo ministro Natanyahu e al presidente israeliano Herzog hanno invocato la calma, altri esponenti dell'esecutivo hanno soffiato sul fuoco. E' il caso del ministro della pubblica sicurezza Itamar Ben-Gvir, leader del partito Jewish Power. Parlando da un avamposto rioccupato dai coloni ha chiesto una "vera guerra al terrorismo". 

Negli ultimi mesi tensioni crescenti tra israeliani a palestinesi

Circa 700.000 coloni israeliani vivono in Cisgiordania e Gerusalemme est. La comunità internazionale considera questi insediamenti illegali e un ostacolo alla pace. La tensione tra israeliani e palestinesi è aumentata dall'inizio dell'anno.

Dopo quasi un anno di combattimenti con 200 palestinesi e più di 40 israeliani morti in Cisgiordania e Gerusalemme est, questa domenica il vertice giordano di Aqab aveva dato una lieve speranza.Il governo giordano che ha ospitato i colloqui per la de-escalation proprio poche ore prima che scoppiasse di nuovo la violenza, aveva comunicato che israeliani e palestinesi sono pronti ad adottare misure per ridurre le tensioni e che si incontreranno di nuovo il mese prossimo in vista del mese sacro musulmano del Ramadan. L'illusione che l'ira si placasse è durata poche ore: domenica sera si è scatenato l'inferno con i due israeliani uccisi e la rappresaglia ad Hawara. 

Questo lunedì Israele ha inviato ancora più soldati nella Striscia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cisgiordania: 10 palestinesi uccisi a Nablus

Cisgiordania, raid israeliano a Gerico. Uccisi diversi militanti palestinesi

Cisgiordania: a Jenin tre palestinesi uccisi in ospedale da forze israeliane