Judo: Paris Grand Slam, doppio oro per Paesi Bassi e Francia

Screengrab
Screengrab Diritti d'autore from Euronews video
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Seconda ed ultima giornata in terra transalpina caratterizzata dall’assegnazione delle ultime sette medaglie d’oro, col ritorno al successo di Teddy Riner

PUBBLICITÀ

Grand Slam di judo a Parigi, seconda ed ultima giornata in terra transalpina caratterizzata dall’assegnazione delle ultime sette medaglie d’oro, quattro delle quali appannaggio di judoka olandesi e francesi.

Il presidente dell'IJF, Marius Vizer, e l'omologo della Federjudo del Kazakistan, Kuanyshbek Yessekeyev, sottoscrivono un contratto che porta i Grand Slam ad Astana e Almaty, a seguire il via alle danze.

Tra gli uomini -81 kg, su tutti il georgiano GRIGALASHVILI, judoka dell’anno 2022, che sconfigge nell’atto conclusivo il tedesco CAVELIUS.

Per il vincitore si tratta del secondo oro in un Grand Slam.

Bronzo per il transalpino DJALO ed il canadese GAUTHIER DRAPEAU.

Consegna le medaglie il vice presidente IJF, Siteny Randrianasoloniaiko.

Categoria donne -70 kg: sugli scudi la naturalizzata spagnola TSUNODA, oro dopo il successo nella finalissima ai danni della transalpina GAHIE, già campionessa mondiale.

Primo successo nel World Judo Tour per lei.

Terzo gradino del podio per la brasiliana FRONER e l’olandese POLLING.

Consegna le medaglie il membro del CIO, Aïcha Garad Ali.

Categoria uomini -90 kg: a sbaragliare la concorrenza ci pensa l’olandese VAN T END, giustiziere in finale dell’azero FATIYEV.

Terza piazza per il cubano SILVA MORALES ed il georgiano MAISURADZE.

A consegnare le medaglie è il membro del CIO, Filomena Fortes.

Tra le donne -78 kg, su tutte la transalpina TCHEUMEO, la quale sconfigge nel derby di Oltr’Alpe la connazionale BUTTIGIEG, argento e porta a casa il personale sesto oro parigino.

Terzo gradino del podio per l’olandese STEENHUIS e la coreana Jeongyun LEE.

A consegnare le medaglie è il vice presidente IJF, Laszlo Toth.

"Sono molto felice di ispirare le persone - dice la vincitrice - è un obiettivo per tutti al mondo, ispirarle per me è il massimo".

Tra gli uomini -100 kg, a portare a casa il metallo più prezioso ci pensa l’olandese KORREL, giustiziere in finale del naturalizzato emiratino KOSTOEV.

PUBBLICITÀ

Secondo titolo a Parigi per il vincitore di giornata.

Terza piazza per l’israeliano PALTCHIK e l’azero KOTSOIEV.

A consegnare le medaglie è il neo ambasciatore IJF, Lior Raz, che riceve uno speciale riconoscimento per celebrare l'occasione.

Categoria donne +78 kg: su tutte la coreana Hayun KIM, oro dopo il successo nella finalissima ai danni della nipponica AKIBA.

Terzo gradino del podio per le francesi DICKO e TOLOFUA.

PUBBLICITÀ

Consegna le medaglie il vice presidente del Comitato olimpico nazionale dell'Arabia Saudita, il principe Fahad Bin Jalawi.

Dulcis in fundo, tra gli uomini +100 kg, il ritorno del re, col successo del transalpino Teddy RINER, il quale sconfigge il nipponico Hyoga OTA, argento, mandando in visibilio i propri sostenitori.

Terzo gradino del podio per l’uzbeco YUSUPOV ed il coreano Jaegu YOUN.

A consegnare le medaglie è l'amministratore delegato di Icona Capital, Max-Hervé George.

"Combattere per queste persone -dice il raggiante vincitore - per il tuo Paese, è un piacere, è passato molto tempo dal mio ultimo combattimento qui, wow, è fantastica come sensazione, davvero buona".

PUBBLICITÀ

Due giorni scoppiettanti sul tatami parigino, che ha visto ben figurare gli atleti di casa ed molti soliti noti, pur con qualche piacevole sorpresa.

L’appuntamento col judo è ora tra 10 giorni in Israele

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Tashkent Grand Slam: Yuldoshev regala l'oro all'Uzbekistan. 7° posto per Martina Esposito

Judo: Paris Grand Slam, un oro per l’Ucraina

Judo, al Grand Slam di Parigi brilla la stella di Clarisse Agbegnenou