Tentato femminicidio a Roma, fermato ex marito

Bloccato dalla polizia 38enne di origini albanesi
Bloccato dalla polizia 38enne di origini albanesi
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) – ROMA, 21 GEN – Tentato femminicidio a Roma nella
notte tra il 19 e il 20 gennaio. Un uomo di 38 anni è stato
fermato dalla polizia per avere esploso un colpo di arma da
fuoco in direzione della ex moglie. Il fatto è avvenuto in via
Riano, a poca distanza da Ponte Milvio. Nell’aprile del 2021
l’uomo, di origini albanesi, era già stato arrestato per
maltrattamenti in famiglia ai danni della donna.
Intorno alle 2 di notte del 20 gennaio al numero 112 è arrivata
la telefonata di una ragazza che chiedeva aiuto: le pattuglie
della Polizia di Stato in pochi istanti hanno raggiunto la donna
che era lì con il cognato. I due hanno raccontato ai poliziotti della sezione Volanti e
dei distretti/commissariati Ponte Milvio, Primavalle e Villa
Glori che, poco prima, uscendo da uno dei locali di via
Flaminia, hanno trovato l’ex marito di lei insieme ad un altro
ragazzo. Dall’incontro è scaturita una lite al culmine della
quale l’ex coniuge avrebbe preso una pistola ed avrebbe sparato
un colpo all’indirizzo della ex moglie e del cognato. Il
proiettile avrebbe mancato di poco i due, andando a colpire una
vetrata di un locale dove, in quel momento, non c’era nessuno.
Il 38enne, subito dopo aver sparato, sarebbe fuggito con il suo
amico a bordo della berlina da cui aveva anche preso l’arma.
A riscontro di quanto raccontato gli agenti hanno trovato, ad
un’altezza di poco più di un metro e mezzo da terra, il foro nel
vetro di un ristorante. Il ragazzo che accompagnava il 38enne è
stato rintracciato dopo poco in una strada del quartiere
Battistini. Più articolate le ricerche di dell’autore dello
sparo: i poliziotti della sezione Volanti sono arrivati in un
appartamento di selva Candida nelle vicinanze del quale era
parcheggiata anche l’auto segnalata. Con l’aiuto dei Vigili del
Fuoco, sono entrati da una finestra trovando il 38enne dentro un
armadio nascosto tra i vestiti. Le perquisizioni non hanno -al
momento- permesso di trovare la pistola. La vittima ha
formalizzato negli uffici del Distretto Ponte Milvio la denuncia
per l’accaduto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Viaggio a Firenze, alla scoperte delle "cure" per il David di Michelangelo

Monopattini fuori controllo, Praga cerca soluzioni. Sul tavolo anche divieti nel centro storico

L'Armenia incassa più di 40 mila rifugiati dal Nagorno Karabakh