EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Ultimatum a Bolsonaro: cos'è quel documento trovato a casa dell'ex ministro della Giustizia?

Brazil, 2023.
Brazil, 2023. Diritti d'autore Eraldo Peres/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Eraldo Peres/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Cristiano TassinariEuronews World
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Brasilia si lecca le ferite e raddoppia il numero degli agenti di polizia per la sicurezza di Piazza dei Tre Poteri, dove hanno sede i palazzi del presidente e del governo. Ultimatum del giudice elettorale all'ex presidente Bolsonaro, ora in Florida: spieghi il contenuto del documento top secret

PUBBLICITÀ

Il Brasile prova a tamponare le falle.

Le autorità distrettuali dI Brasilia sono al lavoro per migliorare la sicurezza negli edifici governativi saccheggiati dagli autori della violenta rivolta dell'8 gennaio.

Sarà più che raddoppiato il dispiegamento di agenti di polizia (da 240 diventeranno 500) attorno alla Piazza dei Tre Poteri (Praça dos Três Poderes), a Brasilia, dove si trovano Palácio do Planalto, il palazzo del presidente Luiz Inácio Lula da Silva e sede del governo, il palazzo del Tribunale Supremo federale e il Palazzo del Congresso, in rappresentanza della separazione dei poteri: esecutivo, giudiziario e legislativo.

Screenshot
Brasilia, Piazza dei Tre Poteri.Screenshot

Mentre i fedelissimi di Jair Bolsonaro pregano per lui addirittura dalla Florida, dove si trova l'ex presidente, il giudice Benedito Goncalves, del Tribunale elettorale superiore brasiliano, ha dato un ultimatum di tre giorni a Bolsonaro e al suo vice, Braga Netto, per rispondere sul contenuto del documento - un presunto piano per ribaltare il risultato delle elezioni del 30 ottobre 2022 -  rinvenuto in casa dell'ex ministro della Giustizia, Anderson Torres, che da sabato si trova agli arresti.

La settimana scorsa, la Corte Suprema del Brasile ha inserito Bolsonaro  nella lista degli indagati per "attentato alla democrazia", con l'accusa di essere stato il mandante e di aver istigato l'attacco agli edifici delle istituzioni a Brasilia. 

Bolsonaro "non ha incoraggiato" gli attacchi dei suoi sostenitori contro le istituzioni statali, ha dichiarato - al World Economic Forum di Davos - il governatore di San Paolo del Brasile, Tarcísio de Freitas, alleato del leader di estrema destra, 

Il presidente del Partito dei Lavoratori (PT), il deputato Gleisi Hoffmann, ha dichiarato che il partito fondato e guidato dal presidente Lula si opporrà alla possibilità di concedere l'amnistia ai responsabili del "tentato colpo di stato" dell'8 gennaio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Assalto a Brasilia, prima condanna: 17 anni di carcere ad un sostenitore di Bolsonaro

Brasile, arrestato l'ex ministro della giustizia del governo Bolsonaro

Brasile: ex presidente Bolsonaro sotto inchiesta