Terremoto: ok verifiche, riaprono contenitori culturali Ancona

Comune, riprendono attività Mole, Museo Omero, Pinacoteca
Comune, riprendono attività Mole, Museo Omero, Pinacoteca
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 10 NOV - Ad Ancona riaprono i contenitori culturali dopo i sopralluoghi tecnici seguiti alle forti scosse sismiche registrate ieri davanti alla costa marchigiana pesarese e anconetana. "Le verifiche sono state fatte. - fa sapere l'amministrazione comunale - I tecnici del Comune, divisi in squadre, hanno scandagliato gli edifici pubblici. La Mole Ancona e Pinacoteca Ancona, Museo Tattile Statale Omero possono riprendere la propria attività al pubblico senza alcun pericolo. Idem per i servizi della Biblioteca Comunale Ancona attualmente attivi presso Palazzo degli Anziani e per i Teatri della città gestiti da Marche Teatro. Musei, mostre, spettacoli". "Cose che accadono", commenta il Comune. Intanto stamattina si è riunito il Coc (Centro operativo comunale) per fare un punto della situazione e nella riunione odierna in giunta l'amministrazione deciderà se riaprire le scuole domani - tutte o solo alcune - dopo lo stop causa sisma, di ieri ed oggi, per le lezioni negli istituti di ogni ordine e grado compresa università. Uno stop dovuto proprio alla necessità di verificare le condizioni degli edifici scolastici, in particolare dopo le scosse 5.5 e 5.2 al largo di Marotta che hanno causato danni anche se non gravissimi ad Ancona, in particolare crepe, cadute di calcinacci, fessurazioni di muri e problemi a qualche tetto e sottotetto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco