Migranti: veglia di ragazzi per bimbi morti a Lampedusa

Davanti alla porta chiusa della camera mortuaria
Davanti alla porta chiusa della camera mortuaria
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - LAMPEDUSA, 30 OTT - Un gruppo di ragazzi di Lampedusa, davanti la porta chiusa della camera mortuaria del cimitero di Cala Pisana, hanno letto la fiaba de "Il pesciolino d'oro" e pregato per i quattro bambini le cui salme sono ancora all'interno dell'obitorio. Si tratta delle due gemelline di meno di un mese, spirate durante la traversata forse per ipotermia, che i genitori originari della Guinea volevano portare in Italia per farle assistere e curare. Le piccole sono state trovate cadavere dai militari della Guardia costiera che hanno soccorso il barchino con altre 58 persone lo scorso 25 ottobre. Preghiere e ninna nanna sono state cantate anche per il maschietto e la femminuccia, rispettivamente di 10 mesi e un anno, che hanno perso la vita a causa delle ustioni dopo un incendio divampato, il 21 ottobre, sul barchino dove viaggiavano con 38 persone. I ragazzi di Lampedusa, per non dimenticare, hanno anche realizzato un video. "Quattro bambini riposano soli nella camera mortuaria, in attesa di sepoltura - è stato sovra-impresso - . Molti altri sono trattenuti, privati dei diritti, in un luogo di detenzione irregolare". Il video, molto toccante, si chiude con una voce che sussurra: "Buonanotte cielo, buonanotte stelle". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump