Migranti: veglia di ragazzi per bimbi morti a Lampedusa

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Davanti alla porta chiusa della camera mortuaria
Davanti alla porta chiusa della camera mortuaria

(ANSA) – LAMPEDUSA, 30 OTT – Un gruppo di ragazzi di
Lampedusa, davanti la porta chiusa della camera mortuaria del
cimitero di Cala Pisana, hanno letto la fiaba de “Il pesciolino
d’oro” e pregato per i quattro bambini le cui salme sono ancora
all’interno dell’obitorio. Si tratta delle due gemelline di meno
di un mese, spirate durante la traversata forse per ipotermia,
che i genitori originari della Guinea volevano portare in Italia
per farle assistere e curare. Le piccole sono state trovate
cadavere dai militari della Guardia costiera che hanno soccorso
il barchino con altre 58 persone lo scorso 25 ottobre. Preghiere
e ninna nanna sono state cantate anche per il maschietto e la
femminuccia, rispettivamente di 10 mesi e un anno, che hanno
perso la vita a causa delle ustioni dopo un incendio divampato,
il 21 ottobre, sul barchino dove viaggiavano con 38 persone.
I ragazzi di Lampedusa, per non dimenticare, hanno anche
realizzato un video. “Quattro bambini riposano soli nella camera
mortuaria, in attesa di sepoltura – è stato sovra-impresso – .
Molti altri sono trattenuti, privati dei diritti, in un luogo di
detenzione irregolare”. Il video, molto toccante, si chiude con
una voce che sussurra: “Buonanotte cielo, buonanotte stelle”.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.