EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Scatta il maxiprocesso per gli attentati di Nizza del 2016

Attentato di Nizza 2016
Attentato di Nizza 2016 Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il 14 luglio 2016 morirono 86 persone ed altre 450 vennero ferite da un autista tunisino che lanciò il suo camion contro la folla. L'udienza si tiene a Parigi, nella stessa aula bunker costruita nel palazzo di Giustizia per celebrare il processo agli attentati del dicembre 2015

PUBBLICITÀ

Il maxi processo per l'attentato terroristico di Nizza, che il 14 luglio 2016 provocò la morte di 86 persone e il ferimento di oltre 450, comincia oggi alle 13:30 a Parigi, nella stessa enorme aula bunker costruita nel palazzo di Giustizia per celebrare il processo agli attentati del 13 dicembre 2015 a Parigi.

Sangue sulla Promenade des Anglais

Sulla Promenade des Anglais di Nizza, Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, un franco-tunisino di 31 anni, seminò morte e terrore per quasi due minuti, lanciando il camion da lui guidato sulla folla riunita per i fuochi d'artificio e i concerti della festa nazionale francese. L'uomo, che fu ucciso nei minuti seguenti all'attentato dalla polizia, investì la folla procedendo a zig-zag e sparando all'impazzata dal finestrino.

Sei italiani morti

Nell'attentato morirono anche 6 italiani. Al processo per quello che resta il secondo attentato con più vittime in Francia, dopo quelli del 13 novembre a Parigi. Saranno giudicati 8 imputati, 7 uomini e una donna, davanti a 865 persone che si sono costituite parte civile. In aula si andrà avanti per 3 mesi e le udienze saranno trasmesse in diretta nel Palazzo dei Congressi di Nizza per chi non potrà essere a Parigi. Gli imputati sono persone vicine a Lahouaiej-Bouhlel o presunti intermediari accusati di avergli fornito il camion e le armi. Tre di loro, Ramzi Kevin Arefa, Chokri Chafroud e Mohamed Ghraieb, sono accusati di associazione per delinquere a scopo terroristico. Gli altri 5, Maksim Celaj, Endri Elezi, Artan Henaj, Brahim Tritou e Enkeledja Zace, devono rispondere di traffico di armi. Nel box, gli accusati saranno 3, altri 4 compariranno in regime di libertà, l'ottavo, Brahim Tritrou, è ricercato dopo aver violato la libertà vigilata ma l'avvocato sostiene che si trova in carcere in Tunisia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentati di Bruxelles, primo interrogatorio per i nove imputati

Attentato di Nizza: via al processo, familiari delle vittime uditi come testimoni

Italia, nuovo arresto nelle indagini sugli attentati di Nizza