This content is not available in your region

Nucleare, l'AIEA chiede l'accesso per i suoi ispettori alla centrale in Ucraina

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina   -   Diritti d'autore  AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, in Ucraina, ci sono oltre 30 mila chilogrammi di uranio e plutonio arricchito e, nella riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, sollecitata dalla Russia,  l'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha chiesto l'accesso dei suoi ispettori all'impianto per verificare le condizioni del materiale stoccato,

"Qualsiasi azione militare vicino e dentro il sito nucleare deve cessare"

Rafael Mariano Grossi, direttore generale dell'AIEA, esprime preoccupazione: "Resto molto preoccupato per la situazione alla centrale nucleare di Zaporizhzhya e - dice - ribadisco che qualsiasi azione militare che metta a rischio la sicurezza nucleare deve cessare immediatamente. Queste azioni militari, cari colleghi, vicino a un impianto nucleare così grande potrebbero portare a conseguenze molto gravi".

Un monito indirizzato sia alla Russia che all'Ucraina che si accusano a vicenda.

Due versioni opposte

Vasily Nebenzya, ambasciatore russo presso le Nazioni Unite, dice la sua verità: "Quello che è avvenuto negli ultimi giorni alla centrale è la combinazione delle azioni criminali del regime di Kiev contro le infrastrutture nucleari e il personale che serve queste strutture: azioni che per mesi sono passate senza alcuna reazione internazionale".

La versione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky è un'altra: "La Russia ha ancora una volta 'toccato il fondo' della storia del terrorismo mondiale. Nessun altro ha usato in modo così evidente una centrale nucleare per minacciare il mondo intero e porre delle condizioni. E tutti nel mondo dovrebbero reagire immediatamente per espellere gli occupanti dal territorio della centrale nucleare di Zaporizhzhia".

Stop. O le conseguenze saranno catastrofiche

Washington chiede a Mosca di fermare le operazioni militari all'interno e intorno alle centrali nucleari ucraine. Anche se per il momento non è stata riscontrata alcuna contaminazione, gli ultimi bombardamenti hanno fatto temere un disastro nucleare.

Giovedì, il Segretario generale delle Nazioni Unite si era detto "gravemente preoccupato per la situazione", poiché qualsiasi danno alla centrale "potrebbe portare a conseguenze catastrofiche non solo per le immediate vicinanze, ma per l'intera regione e oltre", ha dichiarato Antonio Guterres in un comunicato.