This content is not available in your region

Grecia: conteneva armi serbe destinate al Bangladesh il cargo schiantatosi a Kavalas

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
L'incidente
L'incidente   -   Diritti d'autore  Giannis Papanikos/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Un aereo cargo della compagnia ucraina Meridian è esploso in volo in Grecia sabato sera intorno alle 23 vicino la città di Kavalas nel nord- ovest del Paese. Testimoni hanno raccontato di aver visto una palla di fuoco in cielo e di aver poi udito esplosioni per due ore. Le autorità greche hannno comunicato che l'aereo, un Antonov, era in volo dalla Serbia alla Giordania, Amman. Qui era previsto uno scalo tecnico poi il volo avrebbe proseguito per Dacca.  L'aereo era pieno di materiale bellico, circa 12 tonnellate, venduto dalla Serbia al Bangladesh, cosa che è stata confermata dallo stesso ministro della difesa serbo. 

Restare in casa con le finestre chiuse

8 i morti, tutto l'equipaggio, tutti ucraini. I resti sono stati ritrovati tra i piccoli frammenti dell'aereo. Impattati i comuni di Paggaio e Palaiochori, alla gente del luogo è stato imposto di restare in casa sabato sera per non respirare gli odori mefitici che si propagavano dal luogo dell'incidente. Ai residenti è stato pure consigliato di chiudere le finestre e, in caso, indossare le mascherine. L'allarme è rientrato domenica, mentre gli artificieri hanno continuato la bonifica della zona. Requisito fondamentale per prendere la scatola nera, che farà luce sull'incidente.

Lo schianto a 40 km dall'aeroporto

Tutto è successo in fretta: il pilota aveva avvertito di un problema al motore e aveva optato per un atterraggio d'emergenza all'aeroporto più vicino, quello di Kavalas, ma non ce l'ha fatta: poco dopo l'ultima comunicazione si è interrotto il contatto col pilota, il velivolo si è schiantato 40 km a ovest dello scalo.