This content is not available in your region

Le forze ucraine si ritirano da Severodonetsk

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World - Ansa - Agenzie internazionali
euronews_icons_loading
Distruzione. (Ucraina, 2022).
Distruzione. (Ucraina, 2022).   -   Diritti d'autore  Alexei Alexandrov/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Una svolta sul campo di battaglia.

L'esercito ucraino ha ricevuto l'ordine di ritirarsi da Severodonetsk, città sotto assedio da settimane.

Lo ha annunciato Serhiy Haidai, capo dell'amministrazione militare regionale di Lugansk, secondo quanto riportato dall'agenzia ucraina Interfax. 

"Ora, la situazione in cui le truppe si trovano in posizione disgregate da molti mesi, solo per essere lì, non ha più senso.
Il numero dei morti nei territori non fortificati può aumentare ogni giorno.
Inutile difendere una posizione ormai indifendibile.
A Severodonetsk hanno già ricevuto l'ordine di ritirarsi in nuove posizioni fortificate e di combattere dalle nuove posizioni".
Serhiy Haidai
Capo amministrazione militare regionale di Lugansk

Avanzata russa

L'esercito russo, intanto, ha conquistato i villaggi di Loskutivka e Rai-Oleksandrivka, poco più di mille abitanti in tutto, nell'Ucraina orientale e continua ad avanzare lentamente, ma costantemente.

Mentre i combattimenti si intensificano, il Governatore della provincia di Donetsk afferma che nessuna zona è più sicura per i residenti.

Per alcuni villaggi le linee di rifornimento potrebbero essere interrotte da un momento all'altro e i volontari stanno evacuando i residenti che non sono già fuggiti, dopo 121 giorni di guerra.

Alcuni residenti accettano di buon grado l'arrivo dei russi

Ma alcuni continuano a rifiutarsi di andarsene: preferiscono accettare di buon grado l'arrivo dei russi.

Eppure l'Ucraina afferma di registrare dai 200 ai 300 crimini di guerra commessi dalle forze russe sul territorio ucraino conquistato, ogni giorno.

E il governo di Kiev, con una mossa simbolica, ha dichiarato di aver formalmente presentato una causa contro la Russia alla Corte europea dei diritti dell'uomo.

Oleksii Serhieiev, Capo del Dipartimento di supporto organizzativo e analitico e di risposta operativa della Polizia nazionale ucraina, spiega in una conferenza stampa:
"Gli investigatori della polizia nazionale hanno avviato un totale di 19.111 procedimenti penali, dall'inizio dell'aggressione, sui fatti di crimini commessi sul territorio dell'Ucraina da militari delle forze armate della Federazione Russa e dai loro complici e su altri reati legati alla legge marziale".

Screenshot Euronews
I dati presentati dalla Polizia Nazionale ucraina.Screenshot Euronews

Mariupol, catastrofe epidemiologica

La città di Mariupol, occupata dalle forze armate russe, è "sull'orlo di una catastrofe epidemiologica". Lo ha detto - riferisce il Kyiv Independent - il sindaco Vadym Boychenko, aggiungendo che "la città è invasa da montagne di spazzatura indifferenziata, circa 9.000 tonnellate, e le condizioni igieniche sono precarie".

"Si stanno diffondendo - ha aggiunto il sindaco - malattie infettive, tra cui non escludo il colera e la dissenteria. In tutte le zone ci sono sepolture naturali e nessuna fognatura è funzionante. Inoltre, non c'è acqua potabile. Tutto questo mette a rischio la salute dei residenti di Mariupol che si ritrovano in un vero e proprio ghetto".

Aereo russo precipitato

Nelle prime ore di venerdì 24 giugno, il quotidiano "Kyiv Indipendent" annuncia un incidente (per ora, si parla di incidente, non di abbattimento) di un aereo cargo russo, precipitato vicino alla città russa di Ryazan
Tre vittime.

Armi americane e mine russe

Mentre la Casa Bianca fornirà altri 450 milioni di dollari di armi, come chiesto dal presidente Zelensky, compresi sistemi missilistici, l'intelligence americana segnala che la Marina russa ha ricevuto l'ordine di posare mine nei porti di Odessa e Ochakiv e ha già minato il fiume Dniepr, nell'ambito del blocco delle esportazioni di grano ucraino.
Anche su questo, i negoziati sembrano lontanissimi.

"L'Occidente non permetterà all'Ucraina di riprendere i negoziati".
Serguei Lavrov
Ministro degli Eateri russo
Alexei Alexandrov/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Distruzione. (Provincia di Donetsk, 22.6.2022)Alexei Alexandrov/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.