La giornalista Abu Akleh "uccisa da uno sparo israeliano"

Giornalista uccisa in Cisgiordania
Giornalista uccisa in Cisgiordania Diritti d'autore Majdi Mohammed/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le conclusioni dell’alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani

PUBBLICITÀ

La giornalista palestinese-americana di Al-Jazeera Shireen Abu Akleh è stata uccisa l'11 maggio dal fuoco delle forze di difesa israeliane, ha concluso l'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, secondo quanto riferito dalla portavoce Ravina Shamdasani.

"Tutte le informazioni che abbiamo raccolto - anche dall'esercito israeliano e dal procuratore generale palestinese - confermano il fatto che gli spari che hanno ucciso Abu Akleh e ferito il suo collega Ali Sammoudi provenssero dalle forze di sicurezza israeliane e non da indiscriminati palestinesi armati come inizialmente affermato dalle autorità israeliane", ha detto Shamdasani in conferenza stampa a Ginevra.

"Non abbiamo trovato informazioni che suggeriscano che ci fosse stata una qualunque attività di palestinesi armati vicino ai giornalisti", ha proseguito Shamdasani.

Quando è stata uccisa, la giornalista indossava il giubbotto antiproiettile e un elmetto e si trovava alla periferia del campo profughi di Jenin, roccaforte delle fazioni armate palestinesi dove le forze israeliane stavano effettuando un raid.

Per approfondire: La morte della giornalista di Al Jazeera Shireen Abu Akleh

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brasile: trovati due corpi forse del giornalista e dell'attivista scomparsi

Morto giornalista francese che copriva la guerra in Ucraina

La morte della giornalista di Al Jazeera. L'Unione europea chiede un'indagine trasparente