Migranti: ancora sbarchi nella Locride, arrivati in 119

Erano su barca a vela soccorsa da Gdf. Anche donne e bambini
Erano su barca a vela soccorsa da Gdf. Anche donne e bambini
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROCCELLA IONICA, 21 MAG - Ancora sbarchi nel porto di Roccella Ionica, in Calabria. Poco prima dell'alba si è verificato l'ennesimo "arrivo" di migranti, 119, a seguito di una operazione di soccorso in mare effettuata dalla Guardia di Finanza. Tra i profughi, di varie nazionalità ma in prevalenza provenienti dall'Afghanistan e dalla Siria, anche un nutrito gruppo di donne e di bambini alcuni dei quali di età inferiore ai tre anni. Tutti i i migranti prima di sbarcare a Roccella Ionica erano a bordo di una barca a vela localizzata a diverse miglia di distanza dalla costa calabrese. Dopo l'arrivo in porto sono stati sottoposti al test del tampone molecolare da parte del personale specializzato dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria e successivamente, su disposizione della Prefettura reggina, sono stati momentaneamente sistemati in un'apposita area del Porto dove è presente una tensostruttura realizzata nei mesi scorsi e gestita dai volontari della Croce Rossa e della Protezione civile. Con lo sbarco della notte è salito a 19 il numero di "arrivi" di migranti nel solo tratto di costa della Locride in questi primi 4 mesi e mezzo del 2022: 18 a Roccella e uno a Siderno. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: l'Iran lancia centinaia di droni e missili verso Israele: ferito un bambino

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"