This content is not available in your region

Spaccia in scuola moda a Firenze, denunciata addetta pulizie

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Scoperta dai vigili urbani 40enne, acquirenti confermano 'giro'
Scoperta dai vigili urbani 40enne, acquirenti confermano 'giro'

(ANSA) – FIRENZE, 07 MAG – Usava i locali all’interno
della scuola di moda di Firenze dove lavorava come addetta delle
pulizie per organizzare festini a base di alcool e matanfetamine
ma è stata scoperta e denunciata dalla polizia municipale. Così
una 40enne delle Filippine scoperta dai vigili del reparto
antidroga in zona San Lorenzo mentre hanno assistito allo
scambio droga-denaro tra la donna, arrivata in monopattino, e un
connazionale. Recuperata la sostanza, ricostruisce Palazzo
Vecchio, gli agenti si sono resi conto che si trattava di una
dose di shaboo, droga sintetica del tipo metanfetamine che crea
forte dipendenza. La donna ha dichiarato di provenire da una
scuola di moda dove lavora come addetta alle pulizie ma non ha
voluto accompagnare gli agenti sul posto. Questi hanno
individuato l’istituto e contattato il preside per farsi aprire.
Mentre stavano aspettando hanno visto uscire dal portone un
uomo, anche lui filippino che, alla vista degli agenti, si è
liberato di alcune dosi di shaboo. L’uomo è stato fermato e ha
detto ai vigili di aver appena acquistato la droga dalla sua
connazionale addetta alle pulizie nella scuola, come aveva già
fatto altre volte. E così ha confermato la versione del primo
cliente. Non solo: entrati all’interno gli agenti hanno sorpreso
due donne che hanno ammesso di essere lì per cenare e bere
qualcosa insieme alla loro amica. Nella perquisizione del vano
messo a disposizione della 40enne sono stati trovati, oltre a
numerose bottiglie di birra e resti di cibo, altre tre dosi di
shaboo, un bilancino di precisione e, ben nascosto, materiale
per il confezionamento della droga. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.