This content is not available in your region

Il segretario generale dell'Onu Guterres in visita in Senegal

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Guterres in Senegal
Guterres in Senegal   -   Diritti d'autore  JOHN WESSELS/AFP or licensors

Senegal, Nigeria e Niger: sono le tre tappe del viaggio in Africa occidentale del segretario delle Nazioni Unite, Antonio Guterres. Una visita anche per fare il punto sull'impegno dell'Onu sul territorio. Una presenza che deve fare i conti con il ritiro di Francia e alleati dal Mali dopo 9 anni di missione

"Per quanto riguarda l'Africa occidentale e il Sahel, abbiamo parlato degli sforzi congiunti contro il terrorismo e l'estremismo violento e della situazione in Burkina Faso, Guinea e Mali - ha detto Guterres - Su questo punto, abbiamo convenuto sull'importanza di proseguire il dialogo con le autorità de facto di questi tre Paesi per assicurare il ritorno all'ordine costituzionale il più presto possibile".

In visita a Dakar - capitale del Senegal - Guterres ha poi rimarcato che la guerra in Ucraina sta aggravando una "tripla crisi alimentare, energetica e finanziaria" in tutto il Continente. Il conflitto sta spingendo verso l'alto i prezzi globali di carburante, grano e fertilizzanti anche in Africa.

"Crediamo che la de-escalation sia necessaria sul teatro ucraino - ha dichiarato il presidente senegalese, nonché capo dell'Unione africana, Macky Sall - L'Africa lavorerà per questa prospettiva di pace e per dare priorità al dialogo in modo che i russi e gli ucraini possano trovare una via d'uscita, coinvolgendo naturalmente tutte le altre parti di questo conflitto".

In agenda anche l'azione globale contro il cambiamento climatico.

"La verità è che siamo molto lontani dall'essere sulla buona strada per ridurre le emissioni del 45% entro il 2030 e per raggiungere l'obiettivo di mantenere il riscaldamento globale sotto 1,5 gradi - ha aggiunto il segretario generale dell'Onu - I Paesi africani, che non sono responsabili del problema, sono spesso le prime vittime. Ora è il momento di agire. È ora di mantenere la promessa di 100 miliardi di dollari all'anno che è stata fatta a Parigi".

Guterres è atteso in Nigeria martedì.