EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Gerusalemme, terzo venerdì di Ramadan: scontri tra palestinesi e polizia israeliana

La mappa della Spianata delle Moschee, a Gerusalemme.
La mappa della Spianata delle Moschee, a Gerusalemme. Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Cristiano TassinariEuronews - ANSA - Siti e agenzie internazionali
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

un altro venerdì di passione nella Città Vecchia di Gerusalemme: fin dalle prime ore del mattino, si sono verificati scontri tra palestinesi e polizia israeliana. Chiamata alla "mobilitazione" da parte di Hamas

PUBBLICITÀ

Nel terzo venerdì del Ramadan - che coincide con la fine delle celebrazioni per la Pasqua - sono avvenuti nuovi scontri nella Città Vecchia di Gerusalemme, sulla Spianata delle Moschee (il Monte del Tempio, per gli ebrei), tra manifestanti palestinesi e polizia israeliana.

Fin dalle 4 del mattino, i palestinesi hanno lanciato pietre verso il Muro del Pianto, costringendo gli agenti ad intervenire, secondo quanto riferito dalla polizia israeliana: da lì è partito un fitto scambio di lanci ad altezza uomo di pietre, fuochi d'artificio e proiettili di gomma.
Usati, dagli israeliani, anche droni con gas lacrimogeno.

E' iniziato cosi un altro venerdi di passione, ennesima tappa dell'escalation di violenza tra palestinesi e Israele - compresi gli attentati delle scorse settimane a Beer Sheva, Hadera, Bnei Brak e in via Dizengoff, in centro a Tel Aviv (14 vittime nei quattro attentati) -, la peggior ondata di violenza dall'anno scorso, costata finora la vita in totale a 36 persone.

Secondo la polizia israeliana, una parte dei manifestanti di venerdì mattina a Gerusalemme aveva il volto coperto e issava bandiere di Hamas, che giovedì aveva chiamato i palestinesi alla "mobilitazione".

La Mezzaluna Rossa ha riferito che sono almeno 31 i feriti tra i dimostranti, di cui 14 ricoverati in ospedale, due in condizioni gravi. Anche un agente è stato ferito, colpito al volto da una pietra.

In totale, nell'ultima settimana, sono oltre 200 i feriti, per lo più palestinesi, degli scontri sulla Spianata delle Moschee, a ridosso della Moschea Al Aqsa e nei dintorni.

Una situazione di altissima tensione che - nei giorni scorsi - ha scatenato una reazione a catena, con lanci di razzi da parte di gruppi armati palestinesi dalla Striscia di Gaza su Israele, attacchi israeliani di ritorsione su Gaza e un tentato assalto da parte di gruppi di ebrei ultranazionalisti al quartiere musulmano della Città Vecchia di Gerusalemme.

Mahmoud Illean/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Dopo le preghiere. (Gerusalemme, 22.4.2022)Mahmoud Illean/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alta tensione tra Israele e Palestina

Razzo contro Israele. La tensione con i palestinesi sale dopo mesi di calma apparente

Corte Aja: l'occupazione israeliana nei territori palestinesi è illegale