This content is not available in your region

Idlib, soccorritori siriani formano online infermieri ucraini

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Petr David Josek/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Anche loro sono stati bombardati dall'Esercito russo, anche loro hanno perso i propri cari e hanno sofferto.

Così, tra le rovine di Idlib, i Caschi Bianchi, soccorritori siriani, formano online omologhi ed infermieri ucraini.

I siriani si sentono vicini agli ucraini, legati dallo stesso destino, di fronte all'aggressione russa. 

Il destino di Aleppo, rasa al suolo dai russi venuti a dar manforte al presidente Assad nel 2015, richiama alla memoria quanto subendo Mariupol.

Ghaith Alsayed/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoGhaith Alsayed/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

"Ho vissuto l'esperienza qui in Siria - dice Mohamed, studente in medicina - abbiamo patito i bombardamenti per 11 anni, vissuto l'esperienza e visto le vittime, il che ci ha fatto imparare queste abilità salvavita, in modo da poter aiutare le vittime nel modo giusto e siamo riusciti a salvare la vita di migliaia di persone".

A detta di questi soccorritori, gli ucraini insistono nell'avere informazioni sulle armi chimiche, le Forze di Assad sono state ripetutamente accusate di averle usate.

Per loro, aiutare gli ucraini significa anche sperare che non saranno dimenticati, se un giorno Mosca e Damasco saranno ritenute responsabili delle loro azioni.

La guerra in Siria ha ucciso circa 500.000 persone.