Il negoziatore ucraino: "Massacri non solo a Bucha"

frame
frame Diritti d'autore RONALDO SCHEMIDT/AFP or licensors
Diritti d'autore RONALDO SCHEMIDT/AFP or licensors
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Euronews uno dei membri della delegazione di Kiev presenti in Turchia

PUBBLICITÀ

"A Bucha è stato un genocidio, sono crimini di guerra". Lo ha detto il negoziatore ucraino Rustem Umerov, membro della delegazione inviata a incontrare i russi in Turchia. Umerov ha rilasciato una intervista a Euronews.

"È un genocidio. È un crimine di guerra. Ecco perché abbiamo bisogno che il Tribunale dell'Aja si occupi dell'accaduto. Questo è l'unico modo per portarli davanti alla giustizia". Umerov condivide i timori del governo di Kiev, secondo il quale il massacro di Bucha è solo uno dei tanti perpetrati con l'occupazione.

"Atrocità stanno accadendo non solo a Kiev, ma anche a Cherhiniv, Kharkiv, e altre città... non sappiamo cosa verrà fuori a Kherson e Zhaporizhzhia, che sono sotto occupazione... Non pare si siano fatti progressi nel ritiro. Le nostre forze difendono il territorio, e c'è una buona leadership. Auspichiamo che tutto questo finisca, dovremmo poter continuare i negoziati".

Sulla ripresa dei colloqui Rustem Umerov dice che potranno ripartire non appena arriveranno garanzie di sicurezza da parte della comunità internazionale, perché, aggiunge, nessuno crede davvero a quello che promettono i russi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, attacco russo a Dnipro: 8 morti, primo sì da Camera Usa per aiuti a Kiev, Israele e Taiwan

Guerra in Ucraina: precipita un bombardiere russo, per Mosca è guasto tecnico ma Kiev rivendica

Guerra in Ucraina: morti e feriti negli attacchi russi in cinque regioni, Mosca tenta di avanzare