This content is not available in your region

Scatta oggi l''imposizione di pagamento di gas russo in rubli per i 'paesi ostili'

Access to the comments Commenti
Di Galina Polonskaya  & Euronews
euronews_icons_loading
Galina Polonskaya
Galina Polonskaya   -   Diritti d'autore  EURONEWS

La Banca centrale russa e Gazprom presenteranno oggi il meccanismo di pagamento del gas in cambio di rubli pensato per i cosiddetti paesi "ostili", quelli cioè che hanno imposto sanzioni alla Russia per la sua invasione in Ucraina. È stato Vladimir Putin a imporre la scadenza nella giornata odierna. Tuttavia, il portavoce di Putin ha detto che la Russia non chiederà rubli per il gas immediatamente  perchè il processo di consegne e pagamenti richiede tempo. 

Sappiamo che i paesi del G7 hanno respinto le richieste della Russia. Austria e Germania hanno già attivato il piano di "emergenza precoce" per le forniture di gas. Olaf Scholz e Mario Dragi hanno discusso la questione del gas con Vladimir Putin ieri al telefono. Ma i messaggi della Russia per ora sono chiari, sono stati espressi dallo speaker della camera bassa del parlamento russo Vyacheslav Volodin che ha scritto in un telegramma :

"Se volete il gas, trovate i rubli".

La domanda è: quale sarà la prossima mossa della Russia?  Mosca ottiene 360 milioni di euro al giorno dalle vendite di gas all'UE, e pare sia pronta a reindirizzarlo verso altri mercati.  Molti analisti sono convinti che in realtà questo non sarà possibile.