This content is not available in your region

Sanzioni alla Russia: Bolsonaro propone di estrarre potassio in Amazzonia

Access to the comments Commenti
Di Euronews  Agenzie:  ANSA
Il presidente Bolsonaro in una foto di archivio
Il presidente Bolsonaro in una foto di archivio   -   Diritti d'autore  Eraldo Peres/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Jair Bolsonaro ha proposto di estrarre potassio in Amazzonia, anche in alcune riserve indigene, per una possibile carenza di fertilizzanti importati dalla Russia. Il presidente brasiliano lo ha fatto sapere attraverso un tweet sul suo account.

Nel suo post Bolsonaro ha proposto di accelerare l’approvazione di un disegno di legge del 2020, che consente l’esplorazione di risorse minerarie nelle terre indigene, per risolvere il problema della mancanza di fertilizzanti.

Il Brasile è una delle maggiori potenze agricole del mondo e importa oltre l'80% dei fertilizzanti che usa. La Russia è uno dei suoi principali fornitori, ma il governo carioca sta ora considerando di aumentare l'import dal Canada, a causa delle sanzioni mondiali inflitte a Russia e Bielorussia. 

Bolsonaro da quando è salito al potere ha sempre difeso l'estrazione mineraria e altre attività economiche nel polmone della terra, creando non poche controversie.

Il Brasile ha condannato l'invasione dell'Ucraina, ma il presidente ha evitato di criticare la sua controparte russa che, a metà febbraio, lo ha definito come un "caro amico" durante un viaggio a Mosca. Nella visita al Cremlino, Bolsonaro ha ringraziato Putin per aver sostenuto la sovranità brasiliana sulla regione amazzonica.