This content is not available in your region

Slovacchia, coda ai valichi di frontiera: "Circa 10mila rifugiati ucraini al giorno"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Rifugiati in Slovacchia
Rifugiati in Slovacchia   -   Diritti d'autore  PETER LAZAR/AFP or licensors

È un flusso incessante: un fiume di persone in fila per ore, in attesa di entrare in Slovacchia.
Non si ferma l'esodo dei rifugiati ucraini.
Bratislava ha dichiarato lo stato di "situazione straordinaria".

Natasha Kovacev per Euronews racconta cosa succede a uno dei valichi di frontiera: "Nuovi gruppi di rifugiati ucraini sono arrivati in Slovacchia nel corso della giornata. La maggior parte di loro sono donne con bambini e anziani, e da quello che abbiamo visto finora, la maggior parte ha attraversato il confine a piedi. Aspettano circa 3 ore per farlo. 

"Quanto siano lunghe le code delle auto dall'altra parte del confine, non lo sappiamo. Dalle informazioni che abbiamo, tra 10.000 e 15.000 persone entrano in Slovacchia dall'Ucraina ogni giorno attraverso 3 valichi di frontiera principali.

"Da questo lato del confine stanno ricevendo tutto l'aiuto possibile. Gli agenti di polizia, il personale militare e una grande quantità di volontari stanno fornendo loro gratuitamente vestiti, cibo, forniture mediche, riparo e anche trasporto gratuito verso Kosice, Bratislava, altre città slovacche ma anche altre parti d'Europa.

"I rifugiati ucraini possono ora richiedere la protezione temporanea in questo paese, il che significa che possono ottenere assistenza sanitaria, possono lavorare in Slovacchia e i bambini possono frequentare la scuola. Se chiedono un alloggio nei centri ufficiali per i rifugiati, possono anche ottenere un piccolo emolumento, come ha annunciato il governo slovacco. Questo status di protezione temporanea durerà fino alla fine del 2022 e se necessario anche oltre".