This content is not available in your region

Il Giappone ha creato una schiuma ecologica fatta col sapone per domare gli incendi boschivi

Di Damon Embling
euronews_icons_loading
Il Giappone ha creato una schiuma ecologica fatta col sapone per domare gli incendi boschivi
Diritti d'autore  euronews

Gli incendi boschivi sono un problema sempre più serio in tutto il mondo. E in futuro, con un clima sempre più caldo e secco in vaste aree del pianeta, potremmo vederne ancora di più. Nella città giapponese di Kitakyushu ce ne sono stati dieci solo l'anno scorso. È qui che i vigili del fuoco hanno inventato una nuova schiuma antincendio. Fu concepita in origine per ridurre la quantità d'acqua necessaria a spegnere gli incendi negli edifici dopo il devastante terremoto di Kobe del 1995.

"Dopo quel terremoto scoppiarono molti incendi - dice Sakamoto Masaaki, manager dell'ufficio per la gestione di incendi e disastri della città di Kitakyush -. All'epoca, gli idranti e le cisterne antincendio furono distrutti dal sisma e gran parte dell'acqua andò perduta".

I vigili del fuoco hanno perfezionato la schiuma in collaborazione con un'università cittadina e un'azienda che produce sapone. La schiuma viene creata mescolando nell'acqua una soluzione fatta di sapone di origine naturale. È biodegradabile, priva di sostanze chimiche e agisce impedendo la formazione di goccioline d'acqua: in questo modo la schiuda diventa appiccicosa e può essere assorbita dai tessuti o dal legno.

I ricercatori che lavorano alla schiuma, prodotta dalla Shabondama Soap Company, stanno cercando di capire come potrebbe essere usata negli incendi boschivi. Una ricerca dell'Università di Kitakyushu dimostra che è fino a 266 volte meno dannosa di altre schiume sintetiche.

Damon Embling
Una ricerca dell'Università di Kitakyushu dimostra che la schiuma fatta col sapone è fino a 266 volte meno dannosa di altre schiume sinteticheDamon Embling

"Ci sono dati che dimostrano che il consumo di acqua può essere ridotto a meno di un diciassettesimo - dice Kawahara Takayoshi, direttore del dipartimento di ricerca e sviluppo della Shabondama Soap Company -. Per quanto riguarda l'ambiente, la schiuma è molto meno tossica per pesci e altre forme di vita acquatica rispetto ad altri agenti estinguenti sintetici. Inoltre, essendo biodegradabile al 100%, non restano residui nell'ambiente".

La schiuma è già stata testata nel Borneo, un'isola ricca di foreste e corsi d'acqua. Qui gli incendi delle torbiere sono un problema ricorrente. I ricercatori indonesiani hanno provato la schiuma in una serie di esperimenti, tra cui una simulazione di incendio. Dieci mesi dopo, hanno constatato che la vegetazione era già ricresciuta.

"So per esperienza che spegnere gli incendi usando solo l'acqua è molto difficile - diec Kitso Kusin della Palangka Raya University -. Ma con questa schiuma al sapone otteniamo ottimi risultati in poco tempo". Quando la torba prende fuoco, le braci possono continuare a bruciare sottoterra per molto tempo, rilasciando gas nocivi. La schiuma giapponese a base di sapone penetra nel terreno, spegnendole. Nel 2019 è stata fondamentale per domare un vero incendio nella foresta.

"Dopo che abbiamo spento l'incendio, il giorno dopo era di nuovo attivo - dice Kusin -. Per fortuna in quel momento c'era una scorta di schiuma al sapone, avanzata da una precedente prova sul campo: l'abbiamo usata per spegnere il fuoco. Anche se non ne era rimasta molta, è stata molto efficace nello spegnimento dell'incendio".

Kitakyushu ora ha in programma di testare la schiuma anche a Chiang Mai, in Thailandia. Un ulteriore sviluppo della collaborazione tra università e industria e un contributo alla riduzione delle emissioni globali di CO2.