EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Valieva e il doping, attesa entro lunedì, vigilia di gara, la sentenza del TAS

Valieva e il doping, attesa entro lunedì, vigilia di gara, la sentenza del TAS
Diritti d'autore Bernat Armangue/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Bernat Armangue/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Attesa la sentenza del TAS che stabilirà se Kamila Valieva, accusata di doping, potrà proseguire la sua avventura ai giochi di Pechino. Una vicenda, la sua, profondamente divisiva.

PUBBLICITÀ

Scoprirà solo lunedi se il giorno dopo potrà gareggiare individualmente o se, dopo aver conquistato l'oro olimpico a squadre, dovrà abbandonare a metà il sogno dei giochi di Pechino . 

Kamila Valieva, la pattinatrice artistica russa che a soli 15 anni è finita nel tritacarne del doping , è appesa al filo della decisione del TAS . Intorno al suo caso si è scatenato un putiferio mediatico con giornalisti addirittura minacciati di morte.

Mark Adams, portavoce del Comitato Olimpico Internazionale, ne ha parlato in conferenza stampa: 

"Incomprensibile quello che accade. I giornalisti affrontano qualsiasi argomento , e non è accettabile che vengano minacciati  per il loro lavoro. Con il clima che si è creato dobbiamo darci tutti una calmata."

Risultata positiva durante i campionati nazionali di San Pietroburgo alla trimetadizina ( modulatore metabolico usato contro i disturbi cardiaci.),  il suo ritorno in pista era stato autorizzato dall'antidoping russo. Al momento però deve fare i conti con l'opposizione del CIO, dell'agenzia mondiale antidoping e dell' Unione  internazionale di pattinaggio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Kamila Valieva, l'udienza della verità: nel mirino anche l'allenatrice Eteri Tutberidze

Doping: Comitato olimpico russo sostiene l'Agenzia antidoping (locale)

Olimpiadi: riconosciuto lo status neutrale ad atleti russi e bielorussi