This content is not available in your region

Morto durante stage: studenti di nuovo in piazza a Torino

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Passeggiata? Per noi è un corteo'. Presenti osservatori Amnesty
'Passeggiata? Per noi è un corteo'. Presenti osservatori Amnesty

(ANSA) – TORINO, 04 FEB – Una settimana dopo le tensioni con
le forze dell’ordine, gli studenti torinesi tornano a
manifestare per Lorenzo Parelli, il 18enne morto durante uno
stage aziendale in un incidente sul lavoro a Udine. Sono un
migliaio i giovani che si sono radunati in piazza XVIII Dicembre
e che stanno per dare vita a una ‘passeggiata consapevole’, come
la manifestazione è stata ribattezzata dopo gli incontri di ieri
in Questura e Prefettura perché le attuali norme per contenere
la pandemia, col Piemonte in zona arancione, vietano i cortei. Per verificare il rispetto del diritto di manifestare in
piazza sono presenti, con tanto di pettorine, anche gli
osservatori di Amnesty International. “Per noi questo è un
corteo vero e proprio – rivendicano gli studenti scesi in piazza
questa mattina – Siamo determinati a ricordare che di lavoro e
scuola non si muore”. Concetto ripreso nello striscione in testa
al ‘serpentone’, che dovrebbe raggiungere il Campus Einaudi
passando nei pressi della sede regionale del Miur e dell’Unione
Industriale. “Siamo in piazza per Lorenzo. Vogliamo diritti, non
le scuole azienda – sottolinea Simon Vial, dirigente nazionale
del Fronte Gioventù Comunista – Le manganellate della scorsa
settimana non ci hanno scoraggiato e oggi siamo tornati in
piazza”. In coda anche lo striscione della Fiom. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.