This content is not available in your region

Spagna, cittadini contro la discarica

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Spagna, cittadini contro la discarica
Diritti d'autore  TVE

Era nata per servire un bacino regionale, ma in 25 anni la discarica di Nerva, in Spagna, è diventata una discarica a livello continentale. Da qualche tempo finiscono qui infatti i materiali di risulta del cantiere per la costruzione di un porto di lusso in Montenegro, 3200 chilometri di distanza. Per gli abitanti della zona una ragione in più per chiedere la chiusura di quello che definiscono uno scempio ambientale, che sorge a soli 700 metri dalle case, non rispetta gli impegni in termini di prevenzione dell'inquinamento e non crea alcun ritorno economico se non per i proprietari dell'impianto.

I residenti di Nerva hanno così dato vita a un comitato di lotta e intensificato le proteste. José Luis Lozano, Piattaforma Salute e Dignità di Nerva: "Sono 25 anni che sopportiamo questa ingiustizia. 25 anni in cui il governo regionale e quello centrale hanno voltato le spalle alla popolazione di Nerva".

Finalmente usciti dal cono d'ombra, i cittadini contrari alla discarica dicono di non volersi fermare. Juan Romero, Ecologisti in azione: "Vogliamo che la discarica sia chiusa per sempre e che venga definito un piano per la ricollocazione dei lavoratori".

Oltre alle associazioni di cittadini da tempo impegnate contro la discarica anche il sindaco della città, José Antonio Ayala, parla di "problema da risolvere": "La città non è stata compensata né sotto il profilo ambientale, né sotto quello dei posti di lavoro, e nemmeno in termini sociali o economici. Dunque non si può che concludere che questa discarica esista per un errore, che ora deve essere riconosciuto".

Nonostante le proteste, la proprietà della discarica punta ad allargarsi. È solo di pochi mesi fa il via llibera da parte del governo regionale a un progetto di espansione.