This content is not available in your region

Ungheria, borsette solidali per combattere la povertà femminile

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Raccolta fondi
Raccolta fondi   -   Diritti d'autore  euronews

La porta è sempre aperta per un’iniziativa davvero particolare. A Budapest c’è un magazzino dove borse di ogni tipo, non solo di lusso, vengono raccolte per beneficenza e per metterci prodotti di prima necessità.

Un’idea nata dall’organizzatrice di eventi benefici Szandra Cserta per aiutare chi ha bisogno. Questo è il terzo anno in cui la fondazione Boldogság Kívü Belül raccoglie prodotti per l'igiene di base per le donne bisognose.

Gli organizzatori hanno chiesto di donare una borsetta o un borsone in buone condizioni che magari non si utilizza più per svariati motivi. E così invece di restare in qualche cassetto o armadio lo si dona con all’interno generi di prima necessità tutte al femminile. Donando un sorriso alle donne meno fortunate.

“Il movimento di raccolta fondi è qualcosa di molto speciale perché ogni donna inizia a fare qualcosa per se e per le altre donne, ci spiega l’organizzatrice Szandra Cserta. Anche adesso quando parlo di questa iniziativa mi vengono i brividi. E mi riferisco al fatto che molte donne non hanno in prodotto di base per l'igiene intima come persino uno spazzolino da denti o un dentifricio, per non parlare degli assorbenti”.

Oltre a questi prodotti l’associazione ha chiesto di inserire anno chiesto di inserire nelle borse anche crema per il corpo, gel doccia, saponi, shampoo e perfino igienizzanti per le mani e mascherine, visto il periodo di pandemia.

Le borse una volta riempiete vengono distribuite dal Malteser International alle donne più bisognose. Secondo Anna Kovács-Pálffy, capo organizzatrice dell'evento sottolinea non ci sono statistiche in Ungheria su quante donne siano esattamente colpite dal problema della povertà che incide anche sulla vita e sull’igiene personale. Ma è certo che una donna su 20 lotta con questo problema. La situazione qui nel Paese è probabilmente peggiore rispetto a quella di altri posti.

L'ente di beneficenza stima che un’ungherese su 10 abbia avuto difficoltà a comprare prodotti per l’igiene almeno una volta nella sua vita. Durante l'ultima campagna, l’associazione ha raccolto più di 17.000 borsette piene.