EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

In Olanda un movimento anti molestie sessuali chiede leggi nuove ed efficaci

In Olanda un movimento anti molestie sessuali chiede leggi nuove ed efficaci
Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Abusi e molestie. The voice of Holland nella bufera. Accusati un musicista e un coach. Il paese i mobilita e chiede nuove leggi e pene più severe. Una nuova legge dovrebbe entrare in vigore nel 2024 ma i tempi vanno accorciati

PUBBLICITÀ

Una nuova legge contro le molestie sessuali, in Olanda,dovrebbe entrare in vigore entro il 2024 ma sabato è stata organizzata una manifestazione per chiedere di accorciare i tempi di attuazione sull'onda emotiva di un programma You tube che ha portato alla luce un caso clamoroso di abusi consumati nell'ambito della trasmissione televisiva The Voice of Holland.

** Mandy Sleijpen**, attivista della fondazione "Wij zijn M" spiega i motivi della protesta: 

"Abbiamo bisogno di cambiare per fermare il victim-blaming. Dobbiamo essere consapevoli che questo accade ogni giorno, ai bambini, agli uomini e alle donne. Inoltre, la proposta della nuova legge deve essere anticipata. Ora è prevista per il 2024, ma è molto importante che sia anticipata".

L'iter però è ancora lungo. Il Consiglio di Stato deve ancora esprimersi sulla legge che poi, in seconda battuta  dovrà passare al vaglio del parlamento. Il governo promette comunque di fare il possibile per cercare di correre ai ripari per colmare questo vuoto normativo. 

Un altro 'Me Too'

Intanto le indiscrezioni sulla trasmissione stanno aprendo un vero e proprio vaso di Pandora. In molti si sono fatti coraggio e hanno cominciato a segnalare episodi simili non necessariamente connessi ma il movimento è stato notevolmente accelerato  proprio dal clamore di questi giorni, un po' come accadde con il movimento 'Me too'. L'inchiesta sul programma televisivo incriminato si allarga a macchia d'olio tra le prime ammissioni e le smentite degli accusati,  che al momento sono un coach e un membro dello staff.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tragedia in Olanda: sei morti dopo un camion schiantato su una grigliata all'aperto

Guai in vista per Bob Dylan. E' stato accusato di molestie sessuali

Argentina, nuova protesta contro Milei per chiedere il rilascio di 16 manifestanti