This content is not available in your region

Gli storni nei cieli di Roma. Uno spettacolo della natura che ora suscita lamentele

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Storni a Roma
Storni a Roma   -   Diritti d'autore  AFP

Suggestivi e per alcuni romantici. La presenza degli storni a Roma è difficile che passi inosservata. Ma ultimamente sta creando lamentele e problemi. Oltre che un po’ di diffidenza e paura. E così dopo gli allarmi lanciati da cittadini e associazioni i volontari di **“Fauna Urbis**” sono scesi in campo lungo le sponde del Lungotevere per far risuonare nei cieli del centro di Roma il grido anti storni.

Un modo per allontanare quei 4 milioni di uccelli che da settimane creano non pochi disagi alla città. Li chiamano le squadre dei “dissuasori”. Volontari e ambientalisti armati di mascherina e tute apposite, vogliono solo distrarre e allontanare gli storni troppo rumorosi e colpevoli di sporcare vie e monumenti. Usano un megafono collegato al cd che lancia il “distress call” ovvero la riproduzione del suono che gli stessi uccelli utilizzano per avvertirsi gli uni con gli altri dell’esistenza di un pericolo.

AFP - screenshot video
RomaAFP - screenshot video

I volontari di Fauna Urbis si dividono tra le diverse zone della capitale dove sono stati segnalati maggiori disagi. Si ritrovano dal tardo pomeriggio orario in cui gli uccelli dopo avere lasciato la campagna raggiungono i platani della città. Per i cittadini che volessero fare segnalazioni o richiedere interventi la cooperativa mette a disposizione il numero 3294652794 attivo dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 17.

L’intervento dovrebbe durare fino a marzo quando gli storni lasceranno definitivamente l’Italia per dirigersi verso il Nord Europa. Intanto c’è chi continua ad ammirare e riprendere con gli smartphone questo evento della natura che comunque resta uno spettacolo per gli occhi.