This content is not available in your region

Ercolano: lo scavo all'antica spiaggia restituisce lo scheletro di un fuggitivo

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Un corpo dalla mostra 'Life and death Pompeii and Herculaneum', al British Museum - 3.2013
Un corpo dalla mostra 'Life and death Pompeii and Herculaneum', al British Museum - 3.2013   -   Diritti d'autore  Lefteris Pitarakis/AP

Lo hanno ritrovato supino con le braccia aperte, i gomiti piegati, la posa di un uomo in movimento, la posa di chi cerca un appiglio, la stessa che potrebbe avere oggi un uomo nella stessa situazione. Gli scavi nell'area dell'antica spiaggia ad Ercolano hanno restituito lo scheletro di un uomo che scappa mentre gli altri aspettavano nei fornici i soccorsi durante l'eruzione più famosa della storia, quela del Vesuvio nel 79 a.C. Quest'uomo, l'ultima delle vittime rinvenute, è stato travolto dalla lava mentre aveva già i piedi in mare.

Scappando voleva salvare i suoi gioielli

L'uomo aveva con sé una scatola di legno inserita in una borsa di cuoio. Grazie a un endoscopio gli archeologi hanno già potuto individuare un anello prezioso all'interno della scatola. La vittima, evidentemente, voleva salvare i suoi gioielli.

Gli archeologi hanno rinvenuto anche pezzi di stoffa e finiture in oro accanto al corpo; non lontano sono stati ritrovati reperti in di arbusti, radici, travi e pannelli. Trovata anche una tavola di 10 metri, rara grandezza, forse la lava l'ha strappata a un cantiere.

Lo scheletro verrà rimosso con l'ausilio di speciali lame metalliche insieme a una porzione più ampia della roccia lavica in cui è incastonato e lo scavo proseguirà in laboratorio.