EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Fiaccolata per Claudio ucciso a Barletta,'è figlio di tutti'

Più di mille per 24enne accoltellato. Zia, 'spezzati suoi sogni'
Più di mille per 24enne accoltellato. Zia, 'spezzati suoi sogni'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BARLETTA, 31 OTT - "Nessuno ha il diritto di togliere la vita a qualcuno. Nessuno ha il diritto di strappare un figlio ai propri genitori e alla sua famiglia. Claudio sicuramente ora sarai in un mondo migliore, la tua voglia di vivere e il tuo sorriso rimarranno per sempre nei nostri cuori". C'erano queste parole e una foto di Claudio Lasala sorridente sullo striscione che guidava la fiaccolata nel centro storico di Barletta organizzata stasera dopo l'omicidio del 24enne accoltellato la notte tra venerdì e sabato all'uscita di un bar. Tra gli altri striscioni, anche "Claudio è figlio di tutti" e "Quando spegnete il sorriso di una persona ricordatevi di vergognarvi". Il corteo è passato anche davanti al locale, posto sotto sequestro, dove è nata la lite fra la vittima e un gruppo di ragazzi. A guidare la fiaccolata c'erano i fratelli di Claudio e uno zio, commossi ma forti della partecipazione di tantissime persone, oltre un migliaio, tra cui tanti ragazzi e famiglie. Non solo gli amici di Claudio ma anche tanti suoi coetanei che hanno accolto l'appello di familiari e organizzatori. "Tutte queste persone ci danno forza - ha detto Antonio Lasala - e il fatto che ci siano dimostra chi fosse mio fratello: è importantissimo che ci sia tanta gente perché noi speriamo che quello che è successo a Claudio non si ripeta". "Questa città ha bisogno di un segnale - ha aggiunto la zia Annamaria - si deve svegliare perché è caduta nel degrado e quello che è successo a mio nipote che è un figlio, un fratello, un amico, non può succedere ad altri ragazzi. I nostri figli devono poter uscire la sera ed essere tranquilli, non devono assolutamente essere preda di gente così cattiva e malvagia, perché la violenza non porta a niente". Claudio, pochi giorni fa, aveva partecipato a un concorso per allievi nella Guardia di finanza. "Mio nipote - ha concluso la donna - era un ragazzo eccezionale e si sono spezzati tuti i sogni della sua vita. Ci auguriamo che venga fatta giustizia e soprattutto che qualcosa cambi in questa nostra città". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Donetsk, massicci bombardamenti russi: a Kostiantynivka una vittima e cinque feriti

Le notizie del giorno | 23 luglio - Pomeridiane

Parigi 2024: previsioni sul medagliere, record che potrebbero essere battuti e programma