This content is not available in your region

Svizzera, l'iniziativa di Sos Fruit contro lo spreco alimentare

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Stagione delle mele in Svizzera
Stagione delle mele in Svizzera   -   Diritti d'autore  Eurovision

Meglio comprare la frutta che farsi carico della raccolta.
Andava così, in Svizzera, per molti proprietari di frutteti di piccole e medie dimensioni, almeno sino all'iniziativa di SOS Fruit, associazione comunitaria che si propone di ridurre lo spreco di alimenti.

SOS Fruit mette in contatto i volontari con i proprietari di alberi da frutta tramite un sito web e i prodotti raccolti vengono divisi.
Nella stagione delle mele, l'associazione ha portato 3 tonnellate alla pressa locale.
Il succo viene pastorizzato e imbustato in contenitori da tre o cinque litri pronti per la vendita. Un contenitore di succo da cinque litri costa 10CHF (circa 11 dollari).

Cyril Maillefer è il proprietario di Pressoir D'Orbe, la pressa per la frutta. È contento che ci siano associazioni che portino avanti iniziative economiche sostenibili.

"La gente ha ritrovato un uso economico per i suoi alberi o vecchi frutteti - spiega Maillefer - Questo la incoraggia a non disfarsene e a piantarne altri, che è il nostro obiettivo principale che stiamo cercando".

Dopo il raccolto, i volontari smistano la frutta rimanente per portare a casa la loro parte. 

Christine Dumouchel ha fatto volontariato con SOS Fruit dieci volte finora: "È un'idea eccellente - dice - e tutti ne escono vincitori. È quasi rivoltante pensare che tutto questo sarebbe andato sprecato. Ora sarà usato per il succo o consumato dai volontari. Penso che riduca notevolmente lo spreco di cibo". 

Il progetto SOS fruit va avanti da tre anni: nel quadro schiacciante delle economie di scala, un vero e proprio ritorno alla cooperazione di prossimità.