This content is not available in your region

Alla sbarra l'ex segretaria nazista: è accusata di complicità in migliaia di omicidi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Alla sbarra l'ex segretaria nazista: è accusata di complicità in migliaia di omicidi
Diritti d'autore  Christian Charisius/(c) dpa/Pool

Alla fine, è stata portata di fronte ai giudici in ambulanza e su una sedia a rotelle Irmgard Furchner.

La 9**6enne ex segretaria del campo di concentramento nazista di Stutthof** è stata prelevata dalla stessa casa di riposo a nord di Amburgo da cui era fuggita alla fine di settembre, per evitare l'apertura del processo, nel quale pesano su di lei oltre 11mila capi di imputazione. Tanti sono gli omicidi nei quali, secondo l'accusa, la donna avrebbe avuto un ruolo importante tra il giugno del 43 e l'aprile del 45.

Nel lager polacco, non lontano da Danzica, Furchner - prima donna alla sbarra per crimini nazisti dopo decenni - era responsabile di dattilografare e siglare gli ordini di condanna a morte di ebrei, partigiani polacchi e prigionieri di guerra sovietici, oltre a contabilizzare gli strumenti utilizzati per la loro soppressione.

Il mese scorso la sua fuga avvenuta nel giorno dell'apertura del processo era durata appena 5 ore: dichiarata latitante, la polizia l'aveva rintracciata e messa in arresto mentre vagava per la città di Amburgo. Rimasta in detenzione per 5 giorni, prima di essere rimandata nella struttura assistenziale in cui risiede, ai giudici Furchner aveva spiegato in una lettera di "non voler essere messa alla gogna dall'umanità".