This content is not available in your region

Le notizie più importanti della settimana da Bruxelles

Access to the comments Commenti
Di Stefan Grobe
euronews_icons_loading
Le notizie più importanti della settimana da Bruxelles
Diritti d'autore  Virginia Mayo/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Quando le persone divorziano, il problema non finisce lì. A volte i termini della separazione possono ancora causare attriti. Ma questo è niente in confronto all'incubo della Brexit.

Il governo britannico vuole riscrivere l'accordo di divorzio, perché a Londra non piacciono parti di esso, e questo anche se a Londra questo documento non è mai piaciuto. Eppure l'hanno negoziato e firmato.

Dopo mesi di lamentele britanniche sul protocollo dell'Irlanda del Nord, l'UE ha finalmente accettato di esaminarlo, assicurando che in nessun caso ci sarebbe stata una rinegoziazione.

Così Maris Sefkovic, vicepresidente della Commissione europeae responsabile per la Brexit: "Abbiamo dedicato molto lavoro a questo pacchetto, esplorato ogni possibile angolo del protocollo e, a volte, siamo andati oltre l'attuale legislazione europea".

Ciò che Bruxelles propone, sono grandi cambiamenti pratici nel sistema bizantino di dogane e controlli in Irlanda del Nord, che rimane parte del mercato unico.

Quindi, si sta tagliando la burocrazia – niente di più, niente di meno. Questo non è abbastanza per il governo britannico: Londra vuole condizioni di divorzio più favorevoli.

Così Sajid Javid, ministro della Sanità del Regno Unito: "Bruxelles sta adottando un approccio troppo legalistico. Penso che sia giusto parlare di nuovo con i nostri amici a Bruxelles e vedere se è possibile apportare modifiche".

Un “approccio troppo legalistico”, dunque. Eppure stiamo parlando di un trattato internazionale vincolante che il Regno Unito ha negoziato e firmato!

Che la Brexit sia un divorzio andato storto, è ovvio a tutti. Ora Londra deve solo mantenere la calma e andare avanti. C'è stato un altro divorzio politico, ma questo potrebbe portare a un nuovo matrimonio un giorno.

Il giovane e dinamico cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha divorziato dal governo e si è dimesso – sotto pressione – a causa di accuse di corruzione.

Il suo successore, Alexander Schallenberg, fino ad ora ministro degli esteri e diplomatico di carriera, non è un operatore politico esperto.

Già erano stati espressi sospetti che potesse servire solo come custode, fino al ritorno di Sebastian Kurz - sospetti che sono stati alimentati dopo la prima intervista di Schallenberg.

il girornalista gli ha chiesto: "Kurz ha l'integrità morale per diventare di nuovo Cancelliere?"

La risposta di Schallenberg è stata: "Certo".

Per capire meglio le complessità della politica austriaca, abbiamo parlato con con Sylvia Kritzinger, politologa presso l'Università di Vienna.

Euronews: "Sebastian Kurz si è dimesso a causa di accuse di corruzione – questo indebolisce la posizione dell'Austria all'interno dell'Unione Europea?"

Sylvia Kritzinger: "Non direi. In realtà, dimostra che le istituzioni in Austria funzionano bene, e lo scandalo corruzione è sicuramente qualcosa che non le riguarda. Le istituzioni sono indipendenti, i controlli e gli equilibri hanno funzionato molto bene. Questo dimostra che le lo stato funziona in Austria".

Euronews:" È la fine della carriera politica di Kurz?"

Sylvia Kritzinger: "È una domanda molto difficile. Dipende un po' da chi la pone. Voglio dire, se chiedete alle persone del Partito Democratico Cristiano, ÖVP, allora probabilmente diranno di no. Si è fatto da parte per permettere in qualche modo ai giudici di lavorare e vedere se le accuse si avverano. C'è sicuramente l'idea di un ritorno di Sebastian Kurz. Tuttavia, se si esaminano le opinioni degli altri stakeholder, si vede che non sono così convinti che Sebastian Kurz tornerà. Ci sono già alcune voci anche all'interno del suo stesso partito, che sono un po' critiche sul suo ritorno. Inoltre, accanto a queste accuse di corruzione, c'è ovviamente anche una questione politica che deve essere risolta, una questione politica morale che deve essere risolta, con tali accuse, che siano vere o meno, chiunque potrà tornare in un ufficio".

Euronews: "E se Schallenberg, pur essendo un fedele alleato di Kurz, volesse un giorno essere lui stesso presidente del partito e presidente del gruppo parlamentare?"

Sylvia Kritzinger: "Non credo che questo si realiizzerà. Non credo che Schellenberg abbia l'obiettivo di diventare presidente del partito o presidente del gruppo parlamentare. Penso che questo non sia sicuramente l' obiettivo che vuole perseguire. Alla fine, non è proprio fuori dai giochi. Potrebbe essere molto difficile per lui diventare presidente del partito dopo essere stato cancelliere".

Euronews: "I Verdi, partner della coalizione, sono stati determinanti nel far cadere Kurz: hanno completato la loro transizione da attivisti ambientali a veri protagonisti delle lotte di potere? Probabilmente saranno anche nel nuovo governo in Germania."

Sylvia Kritzinger: "Beh, c'erano molte politiche che i due partner di coalizione avevano concordato. Politiche che non sono ancora state applicate e portate in parlamento. Penso che i Verdi abbiano un enorme interesse a far passare effettivamente queste politiche, perché devono anche mostrare ai propri elettori cosa hanno fatto finora nella coalizione. Pertanto, avevano un enorme interesse che la coalizione continuasse con l'ÖVP o con qualsiasi altro partito che si trovi nel parlamento austriaco".

E dopo tante chiacchiere sui divorzi, ecco un esempio di buon matrimonio. Un marito in Bosnia ha conquistato i titoli dei media con una casa rotante che dice di aver costruito per sua moglie in modo che potesse avere viste diverse dalla finestra, a seconda del suo umore Ha costruito la sua casa in modo che possa ruotare di 360°.

Sua moglie voleva che la camera da letto fosse rivolta a est e ed essere svegliata dal sole, il soggiorno si affacciava sul retro della casa. Cosa che la portava a lamentarsi di non vedere arrivare i visitatori.

Di conseguenza, l'uomo ha abbattuto un muro per ridisegnare la disposizione della casa dicendo che si è trattato di un lavoro molto impegnativo. Non ha mai parlato di un matrimonio impegnativo... “moglie felice, vita felice dunque”.